Commento

luke 16: 19-31

di richard niell donovan
Translation Per Angels Aller

Luca 16. Il contesto

Questo capitolo inizia con la parabola del Butler disonesto (VV 1-13), la lezione del Vangelo la scorsa settimana. Quella parabola dice “Amici delle ricchezze del male, in modo che quando manchi, ti mancavano nelle dimore eterne” (v. 9). La sua vicinanza a versi 19-31, la nostra lezione questa settimana, rafforza il fatto che noi deve prendersi cura dei poveri e vulnerabili.

Nel versetto 14, Lucas ha stabilito che i farisei erano amanti del denaro e che hanno risposto all’insegnamento di Gesù sui soldi con la beffa. La sua teologia deuteronomica li ha incoraggiati a pensare a quella ricchezza era il segno della benedizione di Dio e del segnale di povertà del suo malcontento. Pensano a persone come Lázaro meritate dalla sua sofferenza – colpevole di alcuni peccato di Atroz. Gesù ha sfidato questa convinzione con la dichiarazione che “ciò che gli uomini hanno per sublime, prima che Dio sia abominio” (V. 15).

Gesù ha parlato della legge, dei profeti, e della proclamazione del Regno di Dio (v. 16) Avvertimento, “Incorporando più facile è passare il paradiso e la terra, a frustrare una tilde del legge “(v. 17). Il suo avvertimento sul divorzio (v. 18) Dirige gli uomini che legati lealmente (11:42) ma lasciano le sue mani a mano dalla sua parte senza pensare e senza forniture. Non solo ignorano i poveri e vulnerabili, ma creano anche la povertà e la vulnerabilità.

Sebbene questa parabola sembra essere denaro, è veramente valutata. È possibile essere ricco e godersi il favore di Dio – Abrahamo, David e Solomon sono alcuni esempi. La domanda non è se abbiamo soldi o no, ma se amiamo i nostri soldi (1 Timoteo 6:10) – se condividiamo la preoccupazione di Dio per i poveri e vulnerabili – se siamo così distratti da preoccupazioni personali che non realizziamo il Lazaros intorno a noi.

Questa parabola sfidata albert Schweitzer e lo spinse a lasciare la sua vita confortevole in Europa per stabilire l’ospedale lambarane in Africa (Buttick, 289).

Luca 16: 19 -21. C’era un mendicante che si trova alla porta di lui

19th, un uomo ricco (greco: Anthropos de Tis in Plouses – c’era un uomo ricco), che si è vestito con la biancheria viola e fine e fatta ogni giorno Banchetto con splendidi. 20 Ho anche avuto un mendicante di nome Lázaro, che era sdraiato alla porta di lui, pieno di piaghe, 21 anni e che desiderava sbarazzarsi delle briciole che cadde dal tavolo ricco; E anche i cani sono venuti e leccati le piaghe.

“C’era un uomo ricco” (v. 19a). Perché il lázaro è chiamato (è l’unica persona che riceve il nome in tutte le parabole di Gesù) Alcuni studiosi considerano questa una storia vera invece di parabola, ma la presenza di TIS greco – “vero” uomo ricco – suggerisce che è una parabola.

Gesù stabilisce fino alla ricchezza di ricchezze e ostentate arriva del suo stile di vita. “Si è vestito in lino viola e fine” (v. 19b). Il viola simboleggia ricchezza e potere. La tintura del purpoon è costosa, limitando ancora di più il suo uso. L’uomo trasporta anche la biancheria fine – un’altra marca di ricchezza.

“E stava facendo ogni giorno con Splendidness” (v. 19 ° C). L’immagine proviene da una festa servita ogni giorno. Oggi non abbiamo bisogno di essere ricchi per partecipare a questo tipo di auto-indulgenza. I dirigenti con i conti di spesa spesso celebrano sontuosamente, e i menu di Eat-All-What-Tutte le porzioni e super grandi porzione ci hanno tutti vincenti.

“C’era anche un mendicante di nome Lázaro, che stava mentendo al porta di lui, pieno di piaghe “(v. 20). La porta serve sia a mostrare la ricchezza dell’uomo e di fare barriera per i visitatori sfortunati – isolando l’uomo ricco dalle dure realtà del mondo dall’altra parte della sua porta . La porta simboleggia anche la distanza che separa Lázaro dal mondo di questo ricco uomo. Lázaro non ha una porta – non ha nemmeno una casa. Proprio alla porta del ricco, pochi metri fisici lo separano da casa di L’uomo ricco, ma il mondo del ricco uomo non è più accessibile della luna. Come dovrebbe sentirsi il lazzaro come un povero essere circondato da tanta ricchezza? Oggi, la ricchezza e la povertà spesso coesistono in prossimità, creando un grande risentimento da parte delle persone chi non ha soldi o Speranza.

Lázaro è l’unica persona nominata in tutte le parabole di Gesù. Il suo nome è una variazione di Eleazer, che significa “Dio sano” o “aiuto di Dio”.

Mentre il corpo del ricco è coperto di lino viola e fine, il corpo di Lázaro è coperto di piaghe.

“e desiderando sbarazzarsi delle briciole che cadde dal tavolo ricco” (v. 21a). La condizione di Lázaro è esattamente opposta a quella del ricco uomo. È malato – coperto di piaghe. Ha fame – Vuoi stuersi con le briciole di abbattimento dal tavolo ricco.In banchetto, le persone puliscono il grasso dalle loro mani con un pezzo di pane e gettalo a terra. Auguro a questo pane sporco è un segno di Suma Misery – Degradation. Ci ricorda il figlio prodigo, che voleva mangiare i rifiuti che è stato dato ai maiali.

Puoi ricordare un po ‘di tempo in cui si è ritrovato a guardare dentro dall’esterno? – Ho bisogno di qualcosa da mangiare – o alloggio per rifugiarsi dal freddo – un serbatoio del gas – una parola amorevole – e nessuno gli ha dato nulla. Molti di noi, come il ricco in questa parabola, non abbiamo mai avuto una tale esperienza. Tuttavia, milioni, come Lázaro, soffrono quotidianamente a causa di questo intenso desiderio.

“E anche i cani sono venuti e leccati le piaghe” (v. 21b). Un altro esempio della miseria di Lázaro! Le uniche creature Realizzandolo sono i cani che vengono a leccare le loro piaghe. Lázaro li vedeva come un ostacolo, e non penserei che stiano facendo il ministero. Non riesce a scappare.

L’uomo ricco sicuramente lui è consapevole che Lázaro è alla sua porta, ma non fa nulla per aiutare. Potrebbe considerare che è caritatevole solo per non averlo lanciato dalla sua proprietà.

Luca 16: 22-23. Ha visto Ad Abraham da lontano

22 E è successo che il mendicante morì, ed è stato preso dagli angeli al seno di Abramo: e anche il ricco era morto, e fu sepolto. 23 E all’inferno sollevato I suoi occhi, essendo nei tormenti, e vide Abramo da lontano, e Lazzaro nel suo seno.

“E è successo che il mendicante morì, ed è stato preso dagli angeli al seno di Abramo” (v . 22a). Non siamo sorpresi di sapere della morte di Lazzaro. Persone povere e malate senza accesso alle cure mediche presto.

“e il ricco” (22b) è stato anche sorpreso di sapere sulla morte del ricco uomo, perché le sue risorse gli hanno fornito l’accesso al bene Cibo, alloggio e assistenza sanitaria. Alla fine, tuttavia, moriamo tutti.

“ed è stato sepolto” (v. 22c). Il povero uomo è morto, ma non viene visualizzata alcuna menzione della sua sepoltura. In quella cultura, una sepoltura appropriata è stata considerata qualcosa di molto importante. Non essere sepolto come dovrebbe essere l’ultima indignizione per una vita piena di indignazione.

L’uomo ricco muore ed è sepolto, sicuramente con grande pompa e cerimonia.

Tuttavia, Gesù lui Ci dice che quel povero uomo “è stato preso dagli angeli al seno di Abramo.” Il grande inversione è iniziato! (Vedi 1: 46-55).

“E all’inferno sollevò gli occhi, essendo nei tormenti” (v. 23a). Nel pensiero ebraico, l’inferno (Ades o Sheol) è la casa dei morti. Ad ogni modo, “Gesù non ha detto questa parabola di insegnarci dell’inferno, ci ha detto di insegnarci alla vita” (Wallace, 152).

L’uomo ricco “vide Abrahamo da lontano, e a Lazarus il suo seno “(v. 23b). Durante la sua vita, l’uomo ricco non ha dato alcuna indicazione di aver visto Lazarus. Anche ora, vai a Lazarus come una figura subordinata, qualcosa che osserva solo nella sua periferia.

Luca 16: 24-26. Un grande Sima è costituito

24th lui, dando voci, ha detto: Padre Abrahamo, abbi pietà di me, e manda Lazarus a bagnare la punta del dito in acqua e rinfrescare la mia lingua; Perché sono tormentato in questa fiamma. 25 e Díjole Abraham: figlio, ricorda che hai ricevuto anche i tuoi beni nella tua vita e il Lazzaro piace anche; Ma ora questo è consolato qui, e hai tormentato. 26 E oltre a tutto questo, una grande Sima è costituita tra noi e tu, che coloro che vogliono andare da qui a te, non possono, non c’è successo qui.

“Padre Abrahamo, abbi pietà su di me “(V. 24a). L’uomo ricco è usato per gestire persone di influenza, ecco perché dirige il suo appello a” Padre Abrahamo “, la persona di alto status, invece di a Lazzaro, la persona che si aspetta ricevere sollievo. Le sue parole, “Padre Abrahamo”, ricorda a noi che, prima in questo vangelo, Juan Bautista notò “fare, quindi, frutta vale la pena pentimento, e non dire in te stesso: abbiamo Abrahamo di Padre: perché ti dico che può Dio, anche di queste pietre, alza i bambini ad Abramo “(3: 8).

” e invia il lazarus a bagnare la punta del dito in acqua e raffreddare la mia lingua; perché sono tormentato in questa chiamata “(222b). L’uomo ricco conosce il nome di Lázaro. Abbiamo chiesto se conoscevo Lazarus mentre era alla sua porta.

Anche ora, trovandosi nelle sue circostanze diminuite, i ricchi L’uomo vede Lazarus proprio come il doer dei suoi messaggi. Chiede Abramo di inviare Lázaro con una goccia d’acqua. Nel versetto 27, chiederà Abrahamo di inviare Lázaro per avvisare i suoi fratelli.

C’è l’ironia qui . Lázaro una volta che voleva gli avanzi che cadevano dal tavolo del ricco. Ora, l’uomo ricco vuole una goccia d’acqua dal dito di L zaro.

“figlio, ricorda che hai ricevuto i tuoi beni nella tua vita” (v. 25a). Abrahamo riconosce l’uomo ricco come suo figlio, ma non può aiutarlo.Il verso 25 suggerisce che l’uomo ricco è punito per essere ricco e il povero uomo viene assegnato per essere poveri. Il peccato dell’uomo ricco, tuttavia, non era la sua ricchezza ma la durezza del suo cuore. La presenza di Lázaro alle sue porte gli ha dato l’opportunità di compiere un servizio importante, ma non sentiva la compassione o ha preso alcuna azione.

“Hai ricevuto i tuoi beni nella tua vita” (v. 25a). ” Ora appare un nuovo equilibrio “(Nolland, 832).

” e Lazaro anche mali “(v. 25b). Allo stesso modo, la povertà di Lázaro non è la chiave della sua salvezza, anche se, in Questo Vangelo, Gesù mostra un profondo affetto verso i poveri e vulnerabili.

“Ma ora questo è consolato qui, e hai tormentato” (v. 25c). Le tue circostanze sono state ora invertite, ma ci sono alcune sottili differenze:

• Nella vita, la separazione era in una singola direzione. Lazarus non poteva avvicinarsi ai poveri chiedendo aiuto, ma l’uomo ricco aveva la libertà di offrirlo. Nella morte, tuttavia, li separa un’ottima simulazione che taglia l’accesso in due direzioni. Anche se il Lazarus voleva aiutare, non potevo.

• Nella vita, l’uomo ricco voleva evitare tutti i contatti con Lazarus. Ora è tormentato dall’abisso che li separa. Fai attenzione a ciò che preghi!

Pharisees non può ignorare che la parabola è diretta a loro. Considerano la loro prosperità come il premio di Dio per il loro buon comportamento. Invece, la parabola avverte che, se sono come l’uomo ricco della vita, saranno come lui anche lui. Si riferisce un grande inverso, sfidando la sua teologia che considera la ricchezza del favore di Dio e del segno della povertà del suo malcontento.

Luca 16: 27-31. Ma se qualcuno fosse a loro dei morti

27 e disse: ruégote bene, padre, che viene mandato alla casa di mio padre; 28Perché ho cinque fratelli; Per testimoniare, perché non vengono anche a questo posto di tormento. 29Y Abraham dice: Mosè e i profeti hanno: ascoltarli. 30 L’allora disse: No, Padre Abrahamo: Ma se qualcuno fosse morto, si pentiranno. 31res Abraham gli disse: Se non senti Mosè e i profeti, né saranno persuati, se qualcuno salirà dai morti.

“Ruégote Bene, padre, che viene mandato a casa di mio padre” (v. 27). Ancora una volta l’uomo ricco chiede Abrahamo di inviare Lázaro su carta alzata – questa volta per avvertire i suoi fratelli. Già estinto la possibilità di aiutare se stesso, inizia finalmente a pensare agli altri – ma solo dai suoi fratelli, lo fa Non mostrare alcuna preoccupazione per i suoi vicini – e nessuno per l’inosservato che vive dall’altra parte delle tracce.

“Perché ho cinque fratelli; Per testimoniare, perché non arrivano anche a questo posto di tormento “(v. 28). “L’uomo ricco ha cinque” fratelli “ma avrebbe dovuto avere sei – colui che non ha riconosciuto era Lázaro” (Hoyer e Roth, 57).

“a Mosè e i profeti hanno: ANICEN” ( v. 29). “Mosè e i profeti” include numerose disposizioni che descrivono la necessità di affrontare decisamente i poveri e vulnerabili:

• Gli ebrei non devono maltrattati sconosciuti, vedove o orfani (Esodo 22: 21 – 22, 23: 9; Levitico 19:33; Deuteronomio 24: 17-18).

• Devono lasciare le cose per i poveri (Levitico 19: 9-10, 23:22).

• Devi portare timer per supportare levitica, sconosciuti, quelli senza padre e vedove (deuteronomio 14: 28-29, 26: 12-15).

• Annulla tutto debiti ogni settimo anno e si aprono le mani al bisognoso (Deuteronomio 15: 1-11).

• Devono includere sconosciuti, quelli senza padre e vedove nelle loro celebrazioni (Deuteronomio 16: 9-15 ).

• Devi osservare la giustizia (Isaia 5: 7-10, Micah 3: 1-3).

• Non sfruttare i lavoratori (Isaia 58: 3) .

• Devono lottare per quelli senza un genitore e difendere i diritti dei poveri (Geremia 5: 25-29).

• Sono avvertiti contro l’uso di disonesto Pesi (Boss 12: 7-9) e contro l’approfitta del vulnerabile (Amos 2: 6-8; Malachi 3: 5).

“No, padre Abraham: Ma se qualcuno fosse morto, si pentiranno” (v. 30). L’uomo ricco protesta perché riconosce l’improbabilità dei suoi fratelli Le Scritture più fedeli nel futuro di ciò che hanno fatto in passato. L’uso della parola, pentirsi, mostra che la sua attuale sofferenza è una conseguenza della propria mancanza di pentimento.

“Se lo fanno Non sentire Mosè e i profeti, non saranno persuasi, se qualcuno salirà dal morto “(v. 31). Possiamo supporre che questi uomini abbiano studiato le Scritture dalla loro infanzia. Se non ascoltano la Parola di Dio, non ascolteranno la Parola di un uomo che conosce solo come mendicante – anche se ritorna dalla morte per avvertirli.

Lucas scrive questo Vangelo molti anni dopo la risurrezione di Gesù. Ha visto i leader ebrei a reagire alla risurrezione di un altro Lazzaro, complottando per uccidere Gesù (Giovanni 11: 1-53).Lo ha visto, sebbene Gesù resuscitato dalla morte, la gente si rifiuta ancora di credere. Coloro che si rifiutano di ascoltare la chiamata di Mosè e i profeti per prendersi cura dei bisognosi e vulnerabili sono gli stessi che hanno ucciso Gesù – e che continuano a opporsi alla chiesa nonostante la loro risurrezione.

Erano Pensando in che modo le persone potrebbero fallire il test della compassione così completamente – come è che non riesce a rispondere alla risurrezione – come può essere così cieco per l’amore del denaro? Quindi, ci vediamo che non siamo Lazzaro, ma il ricco. Camminiamo anche accanto ai bisognosi, ma non li vediamo. Non riusciremo anche a non ascoltare Mosè e i profeti. Falliamo anche non mettendo piena fiducia nella risurrezione. Amiamo anche i soldi.

Questa parabola non è una storia di bambini, ma un avvertimento. Dobbiamo chiederci se siamo disposti a vedere Lazaro intorno a noi. Dobbiamo chiederci di ciò che abbiamo fatto ultimamente per fornire cibo, abbigliamento, alloggio e carità umana ai Lazaros che ci circondano.

Testo citato delle Scritture Sacre proviene da spagnolo Reina Valera, situato in Asta: / /ww.ccel.org/ccel/bible/esrv.html. Usiamo questa versione della Bibbia perché consiste in pubblico dominio (non sotto la protezione dei diritti di proprietà).

bibliografia:

barclay, william, la bibbia di studio quotidiana, il Vangelo di Luke (Edimburgo: Saint Andrew Press, 1953)

Bock, Darrell L., il Commento del Nuovo Testamento IVP Series: Luke, Vol. 3 (Downer Grove, Illinois, Intervarsty Press, 1994)

Cousse, Charles b.; Gaventa, beverly r.; McCann, J. Clinton; e newsome, James D., testi per la predicazione: un commento lectionary basato sul NRSV-anno c (Louisville: Westminster John Knox Press, 1994)

craddock, Fred B., interpretazione: Luke (Louisville: John Knox Press, (1990)

Craddock, Fred B.; Hayes, John H.; Holliday, Carl r.; E Tucker, Gene M., Predicando attraverso l’anno cristiano, c (valle: Trinity Press, 1994)

Culpepper, R. Alan, la Bibbia del nuovo interprete, Volume IX. (Nashville: Abingdon, 1995)

Evans, Craig A., Nuovo Commento Biblico Internazionale : Luke (Peabody, Ma, Hendrickson Publishers, Inc., 1990)

Fitzmyer, Joseph A., SJ, la Bibbia dell’ancora: il Vangelo secondo Luke X-XXIV (New York: Doubleday, 1985)

Gilmour, S. Maclean & Buttick, George A., Bibbia dell’interprete, Volume 8. (Nashville: Abingdon, 1952)

Green, Joel B., il nuovo commento internazionale per il Nuovo Testamento: il Vangelo di Luca (Grand Rapids: William B. Eerdmans Publishing Compasing Compa NY, 1997)

Hoyer, George e Roth, Wolfgang, Proclamazione: Pentecoste 2, Serie C

Johnson, Luke Timothy, Sacra Pagina: Il Vangelo di Luke (Collegeville: stampa liturgica , 1991)

Juel, Donald H. e Buttrick, David, Proclamazione 2: Pentecoste 2, Serie C

Nickle, Keith F., Predicando il Vangelo di Luke (Louisville: Westminster John Knox, 2000)

NOLLAND, John, Word Biblicical Commentary: Luca 9: 21-18: 34, Vol. 35b (Dallas: Word Books, 1993)

ringe, Sharon H., Westminster Bible Companion, Luke (Louisville: Westminster John Knox Press)

Schuster, Marguerite, in Van Harn, Roger (Ed.), Il commento lezionario: esegesi teologica per il testo della domenica. Le terze letture: i Vangeli (Grand Rapids: William B. Eerdmans Publishing Co., 2001)

Foresting, Marion; Dozeman, Thomas; E McCabe, Kendall, predicando il lezionario comune rivisto, anno c: After Pentecost (Nashville: Abingdon Press, 1994)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *