Cos’è il botulismo? A che età i bambini possono prendere tesoro?

Un bambino di sei mesi è morto a Tokyo (Giappone) dopo che i suoi genitori gli hanno dato il miele mescolato con il succo

la voce delle Asturie

Voice Asturie

uxía rodríguez 2019/05/03 17:56 h

Un bambino di sei mesi che ha Morto a Tokyo (Giappone) dopo che i suoi genitori gli hanno dato il miele mescolato con il succo. Apparentemente, il piccolo è stato contratto il botulismo. Ma cos’è il botulismo? Il miele è pericoloso? A che età i bambini possono cominciare a prenderlo?

Il comitato scientifico dell’Agenzia spagnola per la sicurezza alimentare e la nutrizione pubblicati nel 2011 una relazione sulla botulismo dei bambini. Come si può leggere in quel lavoro, il botulismo infantile è una malattia che viene presentata nei bambini tra 1 e 52 settimane di età, quando inghiottire spore di cliptridium botulinum. Spore, nell’intestino crasso, passano a forme vegetative e rilasciare neurotossine che agiscono a livello dell’Unione neuromuscolare prevenendo il rilascio del neurotrasmetter acetilcolina. La gravità della malattia risultante varia da una leggera ipotonia alla paralisi flaccida sistemica, avendo persino raggiunto anche una causa di morte improvvisa nei neonati. Dei possibili alimenti che sono stati provati a collegarsi con il botulismo dei bambini (miele, sciroppo di mais, preparati disidratati per neonati, cereali, infusioni di specie vegetali, ecc.), Il miele è quello che più frequentemente appare responsabile nei casi in cui il la fonte è identificata.

I dati epidemiologici attuali ci consentono di considerare che il rischio di sofferenze della malattia è basso nei bambini sotto i 12 mesi se il consumo di miele e / o infusioni è evitato di specie vegetali.

Nel 1976, il botulismo dei bambini viene prima riconosciuto come una forma clinica di botulismo diversa dalla classica intossicazione botulinica.

In Europa, uno dei primi casi di botulismo infantile attribuito al consumo di miele è stato descritto nel 1993. Lo stesso ceppo di C. Botulinum è stato isolato da entrambe le sgabelli dei neonati della nazione e dei campioni di miele dal contenitore che aveva consumato. Le informazioni raccolte hanno mostrato che il miele era stato somministrato al bambino con il solo scopo di calmare e relativi al suo pianto.

Nel 1999, un caso simile è stato registrato in Spagna associato al consumo di miele, in a Bambino 2 mesi. Tra lo sfondo epidemiologico si è scoperto che il bambino veniva nutrito con l’allattamento al seno, così come una formula lattiero-casearia, manifestando la madre che a volte impregnava il suo ciuccio con piccole quantità di miele.

Secondo la relazione del comitato scientifico dell’Agenzia spagnola per la sicurezza alimentare e la nutrizione, le fonti di esposizione dei bambini di età inferiore a 1 anno sono diverse e sono strettamente legate alla dogana di ogni paese e anche da ogni regione I modi più frequenti consistono nell’aggiungere il miele al cibo per bambini, il miele che si diffonde nel capezzolo della madre prima di ogni colpo, sulle labbra del bambino o nel ciuccio per ridurre l’ansia.

Che età può prendere i bambini del miele? / H2>

chi (Organizzazione mondiale sanitaria) raccomanda che il consumo di miele sia evitato nei bambini di età inferiore a 1 anno

Alcune aziende degli Stati Uniti e il Regno Unito includono l’etichettatura dei contenitori del miele La menzione del prodotto non indicata per i bambini sotto i 12 mesi.

L’Associazione Pediatrica spagnola (AEP), Attraverso I suoi comitati di nutrizione e allattamento, ha anche una guida con raccomandazioni per genitori e familiari su alimenti complementari. In questo documento, il miele appare nella sezione degli “alimenti superflui” nell’ambito della seguente raccomandazione: “Più tardi e in una quantità inferiore (sempre da 12 mesi)”.

Per quanto riguarda le raccomandazioni generali, il AEP raccomanda di mantenere l’allattamento al seno esclusivamente durante i primi 6 mesi di età e, da quel momento, aggiungendo gradualmente il resto del cibo, mantenendo il lm su richiesta tutto il tempo come il desiderio del bambino della madre e del bambino.

per essere in grado Per ingerire gli alimenti diversi dal latte, è conveniente che il corpo abbia la necessaria maturazione a livello neurologico, renale, gastrointestinale e immunitario.

Quali alimenti possono essere introdotti? Secondo questa guida (consultare qui), le linee guida variano notevolmente tra regioni e culture. Le “istruzioni” rigide non dovrebbero essere fornite. Non ci sono cibo migliore di quelli con cui altri per cominciare, anche se si consiglia di offrire cibo e zinco ricco di cibo prioritario.Allo stesso modo, si consiglia di introdurre alimenti uno-by-one, con alcuni giorni, per osservare la tolleranza e l’accettazione e non aggiungere sale, zucchero o dolcificanti, in modo che il bambino si abitui ai sapori naturali del cibo.

In generale, cereali, frutta, verdura, legumi, uova, carne, pollo, pesce e olio d’oliva saranno progressivamente introdotti da 6 mesi. Il latte intero, lo yogurt e il formaggio tenero possono essere offerti in piccole quantità da 9 o 10 mesi. I solidi con rischio di soffocamento come noci, superiori a 3 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *