Esercitare l’umiltà con queste linee guida

giovane donna davanti allo specchio.

giovane donna davanti allo specchio. / 123RF

è letto in minuti

madrid 21 marzo 2019. Aggiornato il 4 luglio 2019 a 18 anni : 36

L’umiltà è frequentemente confuso con mancanza di valore o orgoglio: la persona è relegata a un secondo piatto, ha basso Autostima e non sa come mostrare o chiedere ciò di cui hai bisogno. Tuttavia, questa concezione, a volte basata su un modello religioso e tradizionale, si allontana da ciò che è davvero umile e conta su questa virtù tra il repertorio personale.

umiltà ci aiuta ad ancorare la realtà, ci spostò Esprimere ciò che riteniamo e abbiamo bisogno di assertività e modulazione dell’ego. Ci aiuta ad avere relazioni migliori, evitare conflitti davvero inutili ed essere in grado di essere più a loro agio con noi stessi. È incluso entro 24 punti di forza personale della psicologia positiva strutturata Martin Seligman e appare anche riconosciuta in grandi leader e personaggi storici. Qualcosa che sembra essere semplicemente innato ma può anche essere costruito e migliorato.

per essere più umile

Se guardiamo alle persone della nostra vita, possiamo facilmente riconoscere questa forza. Hanno un carattere docile ed empatico, sanno come valutare ma non esaltare i loro risultati. Non esiste, efficacemente, questa mancanza di valore è erroneamente associata all’umiltà in un modo tradizionale. In effetti, i personaggi immaginari con grandi doni sono facilmente riconoscibili dalla loro umiltà, come alcuni supereroi.

Essere in grado di valutare questa virtù e applicarlo alla nostra vita prenderà un lavoro maggiore o minore, a seconda del punto di cui iniziamo, ma può sempre essere costruito. Attraverso le seguenti linee guida è possibile iniziare ad applicare umiltà alla tua vita:

1. Cosa sono

La vera valutazione di una persona si basa sul riconoscimento e sulla distinzione di un concetto di base: quello che sono differenza da quello che ho o cosa faccio. Non siamo la professione che esercitiamo, la casa che abbiamo o dei vestiti che ci siamo vestiti. Sì, puoi esprimere tratti della nostra personalità o più o meno esigenze coperte. Tuttavia, il vero essere è dentro di sé. Una volta arrivato in questa vera essenza, ci colleghiamo con i nostri interni e possiamo iniziare a camminare al sicuro verso l’umiltà.

2. Quali sono gli altri

questo punto è correlato a quello precedente, che è la priorità. Dobbiamo sapere come riconoscere l’identità degli altri, indipendentemente dal loro stato sociale, i loro beni materiali o il lavoro che tiene. Un principio di base che viene eretto dalla decostruzione del privilegio, l’eliminazione del pregiudizio e la rottura con le nostre convinzioni limitanti.

3. Ho sbagliato

Una delle barriere che ci separamo più dall’umiltà è la convinzione che abbiamo sempre la ragione. È una cosa cieca che ci rende, al massimo, dare l’altra ragione per evitare discussioni. Tuttavia, dobbiamo partire dalla premessa che non vi è alcuna realtà oggettiva nel mondo, ma è vissuta dalla percezione pregiudiziale di ogni persona. Pertanto, tutto è aperto all’errore o all’errore, c’è ancora più di una verità in alcuni casi.

4. Fiducia

Per essere in grado di aprire l’umiltà, dobbiamo fidarci sia di noi stessi che degli altri. Ciò implica sapendo che possono ferirci e che, infatti, da statistiche, lo faranno, ma avremo sempre gli strumenti necessari che ci rendono superarci. Affidarsi all’altro senza perdere di vista i nostri bisogni è un requisito indispensabile per raggiungere gli altri e avere una maggiore fiducia.

5. Guarda gli altri

Quando vogliamo aspirare a ottenere un’abilità, l’ideale è cercare un punto di riferimento che possiamo impostare e imparare determinati elementi. Dovrebbe sempre essere qualcuno vicino e con cui possiamo facilmente identificarsi.

Potresti essere interessato a

umiltà fuggire dalla pretesa e dalla cieca egoismo, non c’è interesse nel danneggiare l’altro e il superbo è noto. Tuttavia, c’è un punto che non dovrebbe essere trascurato: egoismo ragionevole. Dobbiamo aiutare l’altro senza perdere noi stessi, ascoltare senza ignorare e chiedere senza invadere. Essere umili è necessario avere relazioni migliori, ma sempre mentre ascolti noi stessi.

Ángel rull, psicologo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *