Geremia 17: peccato, scritto nel cuore di Giudah

jeremiah 17: 1 peccato, scritto nel cuore di Giuda “il peccato di Giuda è scritto con cesello in ferro e punta di diamante; è scolpito sul tavolo del tuo cuore e le corna dei suoi altari,

Il peccato di Giuda è stato scritto indelebilmente con lo scalpello in ferro (uno strumento utilizzato per registrare in pietra quegli eventi che dovrebbero essere preservati per posteri) o con una penna di punta del diamante. I suoi peccati sono così seri che sono scritti in modo permanente nel tavolo del suo cuore, e nelle corna di i suoi altari, come un costante promemoria davanti a Dio.

Le persone di Dio hanno continuato a peccare il peccato anche se avevano la legge, i profeti di Dio e una storia piena di suo Miracoli. Come potrebbero farlo? Perché continuiamo a amare il peccato a A Quando comprendiamo le conseguenze eterne? Geremia dice che il cuore è ingannevole e “il peccato di Giuda scritto è sul tavolo del suo cuore”. Gli ebrei simboleggiavano gli aspetti vari di una persona quando li si localizzano in alcuni organi fisici. Il cuore era l’organo della ragione, dell’intelligenza e della volontà. La nostra tendenza al peccato è così profonda che solo la redenzione di Dio può liberarci.

Geremia 17: 2 come memoria per i suoi figli. I suoi altari e le loro immagini di Asera sono accanto agli alberi frondosi e negli alti collate,

Geremia 17: 3 in montagna e sul campo. Tutti i tuoi tesori consegnerà al salandraggio per il peccato dei tuoi luoghi alti in tutto il tuo territorio.

Le montagne: Monte Zion, dove si trovava il tempio di Geova.

Geremia 17: 4 Perderai l’ereditarietà che ti ho dato, e ti farò servire i tuoi nemici sulla terra che non hai conosciuto, perché nella mia furia hai illuminato un fuoco che brucerà per sempre “.

Geremia 17: 5 Così ha detto Geova: “Accidenti a quello che si fida dell’uomo, che mette la sua fiducia in forza umana, mentre il suo cuore parte da Geova!

Qui due tipi di persone sono contrastati: coloro che si fidavano nell’essere umano e quelli che si fidano di Dio. Il popolo di Giuda si è basato su falsi divinità e alleanze militari e non in Dio. Pertanto, erano aridi e senza frutta. Al contrario, quelli che si fidano del Signore fioriscono come alberi piantati dall’acqua. In momenti difficili, coloro che si fidano dell’essere umano si coinvolgeranno e saranno spiritualmente deboli, quindi non avranno la forza di ricorrere. Tuttavia, quelli che si fidano del Signore avranno una forza abbondante, non solo per i loro bisogni, ma per quelli degli altri. Sei soddisfatto di non indossare frutta o, come un albero ben irrigato, ha forze per i momenti di crisi e qualcos’altro per dare agli altri mentre porti frutto per il Signore?

Geremia 17: 6 sarà come La scopa nel deserto, e non vedrai quando arriverà il bene, ma morirà nel sequented nel deserto, sulla terra spopolata e disabitata.

Geremia 17: 7 “Benedetto l’uomo che si fida A Geova, la cui fiducia è messa su Geova!,

Geremia 17: 8 Perché sarà come l’albero piantato accanto alle acque, che accanto alla corrente lancherà le sue radici. Non temerà quando arriva il calore, ma il suo foglio sarà verde. Nell’anno della siccità non sarà preoccupato o fermando la frutta.

Pagine: Pagina 1, Pagina 2,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *