Gestione capitalism

America latina e il mondo
natalia arrugute

Secondo Gérard duméil, studioso ed esperto nel neoliberismo, al momento partecipiamo a ‘ Società Cuadrista ‘come organizzazione e amministrazione, dove la funzione “tavoli” come una maggiore frazione di lavoratori salariati, sono le aziende e riproducono come classe per mantenere la loro posizione sociale.

La borsa del valore NASDAQ ha più volume di cambio per ora rispetto a qualsiasi altra borsa nel mondo - Foto: file Natalia Arrugute – Pagina / 12 (Argentina)

– Nella sua mostra presso l’Istituto argentino per lo sviluppo economico (IADE), hai posto che il neoliberismo ha trionfato. Cosa lo attribuiva ad esso?

– Ideologia destra trionfò da altre ideologie del passato che ha sostenuto l’idea di umanità, solidarietà e uguaglianza radicale, ed erano contrarie all’ideologia neoliberistica. Questa ideologia sostiene che le persone che sono meglio possono scalare le gerarchie sociali, mentre le persone più povere che non aumentano nella gerarchia sociale sono considerate inferiori. Da una postura a sinistra, respingiamo completamente questa ideologia neoliberale giusta; L’ideologia sinistra mantiene l’idea di solidarietà, specialmente con i più deboli.

– Che tipo di alleanze di classe osservano che sono stati stabiliti in questa fase neoliberista, mettendo la messa a fuoco sul palcoscenico L’ultima crisi economica globale?

– siamo in un capitalismo manageriale. Coloro che svolgono il lavoro di un’organizzazione, che gestiscono aziende e, pari, che creano e implementano politiche pubbliche, sono ciò che chiamo “immagini”. Cioè, non è la classe capitalista che gestisce il sistema ma il sistema ma il sistema sistema ma tavoli.

– Chi sono quei dipinti?

– è la frazione superiore dei lavoratori salariati, sia dal settore privato che dal settore pubblico, dal Gestione delle aziende e organizza anche l’amministrazione . È così elevata la sua posizione nella gerarchia del salario che controlla altri gruppi di dipendenti, ha una formazione più elevata e si riproducono come una classe, cercando di mantenere quella posizione sociale, per loro e dei loro figli.

– Quali dinamiche acquisisce l’alleanza che ti identifica tra le classi capitaliste e queste tabelle?

– È un’alleanza infatti che risultava dalle diffuse le lotte sorgono dopo la seconda guerra mondiale. All’inizio era un’alleanza informale, avviato con crisi. È del decennio di 30 e che consolidante dopo la seconda guerra mondiale, con il nuovo accordo e il sistema socialdemocratico in Europa. In Francia l’abbiamo visto con il fronte popolare, in Spagna, d’altra parte, ha provocato una guerra civile. Il fronte popolare dovrebbe essere fortemente compreso associato al movimento dei lavoratori. I leader del fronte popolare parlano di un potere popolare, ma allo stesso tempo rappresentano che le aziende e le politiche pubbliche dei paesi devono essere organizzate in modo diverso, progressivamente.

– In che senso?

– Penso che non capissero molto bene quello che stavano facendo, ma lo hanno fatto. Abbiamo lasciato la seconda guerra mondiale con una riduzione della disuguaglianza, con un’idea di come gestire le aziende in modo diverso senza preoccuparti del potere dei proprietari capitalisti. Eravamo in una società di protezione sociale e protezione dei progressi a livello di istruzione, della salute. Quella lotta storica per uscire dal capitalismo è stata trasformata e derivata in un graduale problema progressivo e ha continuato in quel modo fino agli anni ’70. Da allora inizia una lotta e la vittoria delle classi superiori in alleanza con le frazioni superiori dei dipinti, che è riuscito a ristabilire una dinamica più capitalista. E allo stesso tempo, le tabelle installavano un nuovo livello sociale.

– Perché il ruolo che assume i dipinti nella fase attuale?

– può essere visto da modo molto chiaro nei dati del reddito. Ad esempio, negli Stati Uniti o nel Regno Unito, i tavoli hanno percepito un aumento eccessivo del loro reddito. I salari della cima della Gerarchia – coperti dal 5 o il 6% dei più alti salari – hanno concentrato una grande quota del reddito totale e, inoltre, hanno una dinamica molto diversa da cui percepiscono i salari del resto della popolazione.

– Quali tratti potrei identificare dalle dinamiche delle gerarchie più elevate rispetto alla maggior parte dei dipendenti salariati?

– nelle classi basse una stagnazione assoluta di potere d’acquisto, nel Stati Uniti soprattutto; In Francia un po ‘meno perché continuano a combattere.Ma se negli Stati Uniti consideriamo il 90% dei salari appartenenti alla striscia di entrate meno elevate, vediamo che c’era una completa stagnazione del potere d’acquisto di questi gruppi. D’altra parte, il potere di acquisto degli alti salari, situato nella striscia contenente il 10 o il 5 percento superiore ai dipendenti, aumentando con una velocità enorme. Questi nuovi dipinti svolgono anche un ruolo centrale nel modo di vivere e cultura. Loro, più delle classi capitalisti, sono quelli che definiscono i nuovi modi di vivere. Siamo in una società di cuadrista, poiché segnano le nuove norme culturali e sociali, sono regole quadrubustiche.

– In questa nuova composizione sociale, cosa intendi quando affermi che frequentamo un processo di ibridazione?

– Sopra le gerarchie sociali abbiamo questi due gruppi in un nuovo tipo di alleanza, che è diventato così stretto che è diventato una specie di ibridazione. I proprietari della capitale vanno alle aziende e ai dipinti con stipendi molto alti, quindi compra titoli nella borsa. Abbiamo partecipato a una conversione di immagini in capitalisti e capitalisti in tavoli, questo tipo di ibridazione intendo. Questo è paragonabile al regime antico del XVII secolo e XVIII, dove c’era una situazione simile: una nobiltà che doveva entrare negli affari per ottenere più soldi e, allo stesso tempo, le nuove classi capitalisti volevano avvicinarsi e sembrare nobile . Ciò ha anche rappresentato un tipo di ibridazione. Quindi, lentamente, i vecchi gruppi stavano scomparendo, ma anche la prima guerra mondiale ha svolto un ruolo politico molto importante sebbene sia cambiato un po ‘.

– Quali nuove preoccupazioni e iniziative sono state installate nei paesi centrali da L’ultima crisi economica globale?

– Nel caso degli Stati Uniti possiamo osservare nuove politiche. L’ascesa della Cina, la posizione militare politica e internazionale degli Stati Uniti, che si verifica nel Medio Oriente e nel ruolo della Russia, tutto ciò è diventato una situazione pericolosa per mantenere il suo dominio in tutto il mondo. Negli Stati Uniti comprensero che sono necessarie politiche più forti.

– Che tipo di politiche?

– Politiche di protezionismo nascoste, politiche industriali, politiche energetiche per avere energia economica. Inoltre, sono destinati a finire con paradisi fiscali perché hanno bisogno di argento per finanziare queste politiche. In Europa, questo tipo di politica non è attuato perché non vi è alcuna forte sensazione nazionale, mentre negli Stati Uniti, il sentimento nazionale è molto forte, quindi penso che le cose stiano cambiando in questa direzione. Ciò non significa che le dinamiche delle classi sociali stiano cambiando, ma dobbiamo riconoscere che la politica fiscale danneggerà le classi più elevate, alle grandi aziende. Li danneggerà perché le grandi aziende ora non pagano le tasse e dovranno iniziare a pagarli. Ciò che è destinato alle tasse risulta in una diminuzione dei dividendi. Questo sta cambiando, almeno nel caso degli Stati Uniti,

– è un cambiamento superficiale o pensi che avrà effetti economici strutturali?

cambierà, cambierà, almeno, in termini quantitativi Con il neoliberismo, i numeri dei milionari sono aumentati in modo eccessivo, ma se devono pagare le tasse, sarà molto più difficile diventare milionari. Ci sarà una lotta per questa contraddizione tra lo stato, che rappresenta gli interessi collettivi del paese, e le classi capitalisti, che vogliono un paese forte per difendere i loro interessi ma non vogliono pagare le tasse.

– Perché illustra la configurazione del capitale corrente in base alla forma di un nodo di cravatta?

– il centro del sistema capitalista mondiale è un nodo in cui grandi società finanziarie sono ospitate dalle azioni di altre società. Le classi ricche pongono i loro soldi in grandi aziende finanziarie per gestire i loro soldi. Significa acquistare azioni che andranno su e giù e quindi, massimizzeranno i loro rendimenti. È un nodo perché queste grandi aziende finanziarie, fondamentalmente degli Stati Uniti e dell’Inghilterra, ma anche da altri paesi, hanno azioni di altre società e sono controllate a vicenda, nessuno è controllato da queste azioni. Ma sono anche proprietari del resto del sistema, che è l’economia non finanziaria, perché gestiscono le azioni di queste altre società. Una società finanziaria affronta una società transnazionale che ha una performance del suo capitale del 12% e dice: “Vogliamo una resa del 15 percento”. E il transnazionale deve essere modellato o vendere le azioni, con ciò che cadrà. Le sue quotazioni di serie e, Pertanto, i ricavi dei dipinti che gestiscono le società non finanziarie diminuiranno.Questo è, lontano da ciò che è affermato, non è il settore finanziario che mantiene il sistema. Ovviamente. Ad esempio, negli Stati Uniti o in altri paesi, se consideriamo l’economia totale e aggiungiamo società non finanziarie, notiamo che non vi è alcun flusso di capitale che va dal mercato azionario. Questo sistema non funziona più in questo modo perché, infatti, le nuove azioni non vengono rilasciate, ma le aziende hanno ricomportato le proprie azioni. Una società che ha il denaro acquista le proprie azioni nella borsa. Ciò dimostra che il sistema di sacchetti non serve a raccogliere denaro che va in aziende, d’altra parte, le aziende vincono argento e hanno benefici che usano per comprare le proprie azioni, questo lo fa per raggiungere l’aumento delle loro citazioni.

Leggi l’articolo qui

condividilo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *