Glaucoma facolrico e ultrabiosyscroscopia | Rivista messicana dell’Oftalmologia

Introduzione

Glaucoma indotta da Cataract è stato inizialmente descritto nel 1900 da Gifford e von Reuss, indipendentemente1.

Gifford ha descritto il Il glaucoma associato a Hypermad Cataract e von Reuss ha descritto il glaucoma associato ad assorbimento spontaneo di materiale cristallino in una capsula intatta anteriore.

Successivamente, diversi autori hanno descritto questi tipi di glaucoma in diversi nomi come un glaucoma associato a cristallini , intrattenimento di glaucoma, glaucoma facogenico e infine il glaucoma a foolitico; Allo stato attuale, includono il glaucoma indotto dal cristallino.

Glaucomi associati a cristallini sono una delle prime cause di perdita di visione irreversibile, specialmente nella popolazione rurale. È una condizione prevenibile e curabile che purtroppo rimane una causa di cecità nei paesi in via di sviluppo.

Glaucoma facolomorfo

La ratatura della cataratta è associata ad un aumento del diametro anteroposterminato del cristallino che conduce a uno spostamento di Iridocrystalinian Diaframma2, che in alcuni pazienti può portare a un blocco pupillario e all’apposizione iridotrabellare periferica.

Quando questa apposizione è presentata aumenta la pressione intraoculare (Pio) e porta a segni e sintomi di un attacco acuto di glaucoma secondario mediante chiusura angolare; Questo è il cosiddetto glaucoma di chiusura a chiusura angolare acuta.

La chiusura angolare ingrandita è secondaria a un cristallino maturo edematizzato che ostacola l’angolo di drenaggio dell’umorismo acquoso, portando a un’elevazione acuta del pio e dell’ottico Neuropatia glaucomatosa potenziale se non è trattata nel tempo.

facomorfo glaucoma è una condizione insolita nei paesi occidentali, ma è stato citato come la causa del 3,9% delle estrazioni della cascata fatte in India. I dati di prevalenza e di incidenza sono scarsi.

Age (oltre 60) e aumenta la lunghezza assiale a breve termine≤23.7mm, che aumenta il rischio di glaucoma facolrico in 4.3 a volte.

Anche il sesso è stato discusso come un fattore di rischio, con una predominanza del sesso femminile, riportata fino a 3: 1, ma questo non è stato una scoperta coerente.

in uno studio condotto da Elgohary et al. Un aumento dello spessore del glaucoma cristallino e glaucoma è stato trovato in pazienti con anemia di fannconi3.

Il glaucoma facolrico può essere somministrato in entrambi gli occhi con una camera anteriore stretta o in una camera anteriore profonda poiché la patologia viene trovata Nella cataratta intumescente, non nella configurazione dell’iris come nel glaucoma angolo chiuso primario.

La diagnosi del glaucoma facolrico è clinicamente basato su un aumento del Pio su 21mmHG, presenza di una cataratta intumica insieme ai segni di glaucoma facolrico, come edema corneale, pupilla in dilatazione media, iniezione congiuntivale e una camera anteriore stretta nella parte centrale.

Il paziente fa riferimento dolore oculare, occhio rosso, fotofobia, lacrimon, nausea, in episodi di emesi e marcata diminuzione dell’acuità visiva.

Gonioscopia può essere eseguita, ma in alcuni casi fornisce alcuni dati a causa della presenza dell’edema corneale per alto Pio.

è in questi casi speci. Alleato in cui ultrabiomycroscopia (UBM) ha eccellenti risultati nella descrizione dei risultati del segmento precedente e aiuta nella diagnosi di determinazione del tipo di glaucoma che il paziente ha.

miglioramenti nei sistemi di salute, L’accesso alle cure mediche tempestive e all’aspetto di nuove e moderne tecniche chirurgiche per la gestione della cataratta, hanno ridotto l’incidenza di questo tipo di glaucoma, tuttavia è ancora un problema nei paesi in via di sviluppo per il piccolo accesso ai sistemi sanitari e ad un’aspettativa di La vita che sta sempre più aumentando.

L’estremità iniziale del trattamento del glaucoma facolrico è quello di abbassare il pio con combinazioni di antiglaucomatos topici, acetazolamide sistemica, mannitolo endovenoso o iridoplastica con laser argon a seconda della custodia. Nel glaucoma facomorfo la chiusura angolare persiste dopo l’iridotomia laser insieme alla presenza di un cristallino che è grande per le dimensioni dell’occhio ed è “salayus”.

Tutti questi trattamenti hanno dimostrato di essere efficaci trattamenti iniziali , e una volta controllato il Pio deve prendere il paziente per catarare la chirurgia4.

La chirurgia della cataratta nel glaucoma facomorfo ha più rischi rispetto alla chirurgia della cataratta convenzionale, poiché in questo c’è una fotocamera precedente stretta e un pio elevato.Questi pazienti presentano anche una pressione vetrosa positiva e la manutenzione di una camera anteriore formata durante la chirurgia di fagoemulsificazione è difficile; C’è anche un aumentato rischio di rottura nella capsula precedente, la decompensazione corneale, il prolasso dell’iride e la emorragia supracorana durante la chirurgia della cataratta.

Almeno l’80% dei pazienti dopo la chirurgia della cataratta richiede un farmaco antiguocomatoso e la scatola del glaucoma è risolto.

L’UBM è stato originariamente descritto da Pavlin, Sherar e Foster e si basa sull’uso di sonde da 50-100 MHz che forniscono una risoluzione più fine di strutture più superficiali. Le unità UBM disponibili in commercio funzionano a 50 MHz e forniscono immagini di risoluzione assiale e laterale rispettivamente di circa 50 e 25μm. La penetrazione del suono è da 4 a 5 mm, le immagini sono prodotte in un campo 5 × 5 mm con 256 linee o modalità immagine verticale A, a un rapporto di 8 immagini al secondo5.

per mezzo dell’UBM può essere strutture intraoculari misurate con una risoluzione assiale da 5 a 10 volte maggiore rispetto all’ecografia 10MHz convenzionale.

L’UBM è una tecnica ad ultrasuoni ad alta risoluzione che consente immagini non invasive in vivo di dettagli strutturali del segmento precedente . E fornisce anche una descrizione dettagliata delle strutture del segmento precedente, comprese quelle nascoste dietro i mezzi opachi con le loro relazioni anatomiche e patologiche6.

L’UBM ci guida del tipo di glaucoma esistente e ci dà un Guida all’inizio della chirurgia della cataratta per determinare determinati approcci e prevedere le probabili complicazioni.

Glaucoma di pseudoexfoliation

Pseudoexfoliation Sindrome

Pseudoexpholiation Sindrome è una patologia associata all’età che è caratterizzata da produzione e accumulo progressivo del fibrillare extracellulare materiale in molti oculari Tissuesues7.

è la causa identificabile più comune del glaucoma secondario e in alcuni paesi rappresenta la causa della maggior parte dei casi di pazienti con glaucoma.

patogenesi della sindrome di pseudoexfoliation e la composizione esatta di Il materiale PseudoExfoliation è sconosciuto. Sulla base di informazioni recenti, la presenza di accumulo di fibre di esfoliazione nei tessuti orbitali, campioni di pelle e organi viscerali sono stati evidenziati, mediante identificazione microscopica degli elettroni. Materiale simile è stato trovato nella pelle e nella pelle e nelle porzioni del tessuto connettivo di diversi organi viscerali, nel caso di una malattia sistemica.

negli occhi, la pseudoexpholiation è clinicamente caratterizzata da materiale di piccoli depositi bianchi in Il segmento precedente dell’occhio, più comunemente sul bordo pupillare e la capsula anteriore del cristallino. Per eseguire la diagnosi, è necessario un attento esame con una lampada a fessura dopo la dilatazione pupillare e spesso passa senza diagnosi, portando a problemi e complicazioni inaspettati in chirurgia. Oltre ai depositi di pseudoexfoliazione è importante determinare i segni indiretti dei depositi attraverso il segmento anteriore dell’occhio per rendere la diagnosi.

è attualmente considerato un disturbo diffuso o sistemico della matrice extracellulare Nella sua componente oftalmologica provoca il glaucoma, la cataratta e talvolta debolezza zonularile associata a un più alto tasso di complicanze in chirurgia.

Per quanto riguarda l’uso di UBM nella sindrome di pseudoexfoliazione, è stato caratterizzato la capsula anteriore del cristallino e del Zonula prima dell’intervento chirurgico della cataratta.

in uno studio condotto da Guo et al. Pubblicato nel 20068, UBM è stato eseguito in 10 pazienti clinicamente diagnosticati con sindrome da pseudoexpholiation; La diagnosi clinica è stata effettuata dalla presenza di depositi nella capsula anteriore della cristallina, mancanza di pigmento alla radice dell’iride e scarsa dilatazione farmacologica. Cinque persone con la sindrome di pseudoexpholiation sono state utilizzate come controlli, lo spessore della capsula anteriore del cristallino è stato misurato in 5 posizioni in ogni occhio: centralmente, e nella periferia di cristallino, superiore, inferiore, inferiore, nasale e temporaneo; 4 Le misurazioni sono state prese nella zonula al punto più spesso di ciascuna fibra. L’UBM ha anche descritto la presenza o l’assenza di depositi nodulari nelle zone, e si è scoperto che la capsula periferica periferica del cristallino è più spessa in pazienti con pseudoexfoliazione rispetto al gruppo di controllo. Inoltre, i pazienti con sindrome da pseudoexfoliazione avevano zone più spesse rispetto ad altri pazienti e avevano depositi nodulari. In conclusione, hanno scoperto che UBM è uno strumento utile per la valutazione dei pazienti con una sindrome di pseudoessfooliazione e aiuta a identificare i pazienti a rischio di complicanze chirurgiche in chirurgia della cataratta.

È stato anche rilevato che esiste un impegno zonulare nei pazienti con sindrome da pseudoessfooliazione unilaterale9, e tali cambiamenti possono essere visti nell’occhio controlaterale anche se il materiale pseudossicolazione non è evidente; Si è riscontrato che la valutazione pre-chirurgica di UBM dello stato della Zonula può aiutare la pianificazione e la prevenzione dei rischi nell’intervento di cataratta10.

Nel 2002 è stato confermato che con sonde da 50 MHz e UBM è possibile Per valutare l’impegno zonulare in Southexfoliation e la presenza di Sienchs Presisurgicamente e i primi cambiamenti zonulari nella sindrome pseudoexfoliazione11, che sono stati raggruppati in tre diversi gruppi, cambiamenti granulari, tortuosi e in ventola. Un cambiamento granulare nella zonula può essere il risultato più comunemente trovato prima della presenza di materiale pseudoessfooliazione.

Come già descritto, la sindrome da pseudoexfoliation è una patologia che può essere caratterizzata da un ultrasonico ULM; Consideriamo E è molto importante effettuare più studi a questo proposito e creare una classificazione del grado di pseudoexfoliazione per determinare il rischio previste in chirurgia della cataratta.

Glaucoma folytico

Glaucoma folytico è stato descritto da Flocks et al. Nel 1955. Si verifica nei pazienti con cataratta ipermatici ed è dovuto a un aumento acuto di pio con chiarore svasato e grandi celle nella camera precedente.

Il paziente presenta come sintomi dolore acuto in un occhio con una scarsa visione Sintomi a lungo termine, lacerazione, fotofobia, diminuzione dell’acuità visiva e dell’occhio rosso. All’esame della biomicroscopia possiamo trovare l’iperemia congiuntivali, una cornea edematosa che manca di precipitazioni cheratosiche, angoli aperti, ipermadide cristallina, in generale la capsula cristallina è intatta, sebbene possa essere assottigliata e in alcuni casi può essere presentato uno pseudohypopion12.

Il PIO è solitamente superiore a 35mmHG con angoli non scadenti. Le patch bianche possono essere presentate nella capsula anteriore del cristallino dovuto alla fagocitosi di proteine cristalline da macrofagi.

Alcuni pazienti mostrano prove di ristrettezza angolare o rottura nella capsula posteriore del cristallino. Le celle grandi nella camera anteriore sono macrofagi con materiale cristallino phagocked. Possiamo anche apprezzare le particelle iridescenti nell’aquisito che rappresentano i cristalli di ossalato di calcio e colesterolo.

Questi phagociti mononucleari coprono la superficie anteriore dell’iride e la capsula del cristallino e si accumulano nell’angolo della camera precedente , coprendo la maglia trabecolare e portando a sollevare il pio e il glaucoma.

In un caso relativo presentato da Mavrakanas et al. Nel 2012 si è riscontrato che il facto glaucoma può verificarsi a causa dell’improvviso ottering di proteine cristalline leggere da solo in umore acquoso attraverso pause microscopiche non traumatiche della capsula anteriore di cristalline13.

La diagnosi è clinica Ma può anche essere stabilito con il precedente fluido della camera e la ricerca nel campione di macrofagi con materiale cristallino.

Il trattamento iniziale è la riduzione dell’IP con agenti ipotensivi topici e sistemici come acetazolamide e / o iperosmotico, seguiti da un’estrazione precoce della cataratta.

I pazienti possono richiedere un trattamento a lungo termine per il glaucoma e talvolta il filtro chirurgia.

Glaucoma pigmentorio

è solitamente bilaterale e simmetrico, rappresenta il 1-1,5% di tutti i glaucomas . È più comune negli uomini (78-93%). Di solito accade in giovani e miopi.

Questo tipo di glaucoma è secondario a una sindrome pigmentale di dispersione, che viene somministrato dal rilascio dei pigmenti di epitelio pigmentato dal serbatoio iriszonico e granello di pigmento rilasciato nelle strutture del Segmento anteriore, specialmente dietro l’obiettivo, nell’inserimento della Zonula, e nella capsula posteriore del cristallino, producendo l’anello di zentmayer14.

La triade classica è costituita da pigmentazione endotelio corneale (mandrino Krukenberg), Transilluminazione della periferia radiale media dell’iride e della densa pigmentazione trabecolare. Nella gonoscopia, una maglia trabecolare pigmentata densamente pigmentata è apprezzata, contorno periferico dell’iride concavo e linea di sampalese15.

Il trattamento consiste nella riduzione del Pio mediante agenti topici ipotensivi. Iridotomia laser periferica ND: YAG Laser rettifica il successivo allargamento dell’iride e riduce la necessità di farmaci necessari per controllare il glaucoma16.

Presentazione del caso

Paziente maschio di 70 anni che consulta la progressiva riduzione dell’acuità visiva per L’occhio destro (od) per 5 anni e maggiore diminuzione della visione per lo stesso occhio per 3 giorni associati a dolore oculare, occhi rossi, fotofobia e lacroni.Come storia personale, il paziente ha ipertensione per 4 anni in un adeguato trattamento e controllo. Poiché un antecedente oftalmologico presenta la keratopatia rialzista pseudofacciale in occhio sinistro (OI) di 10 anni di evoluzione, con successivo ritiro dell’obiettivo intraoculare; Al momento dell’esame, con Afcaquia nell’O-

Esame oftalmologico: acuità visiva senza correzione od, dita dell’account; OI: Percezione e proiezione della luce. Pio od: 41mmHg; Oi: 12mmhg. Nessun aumento di Pio è presentato al sovradulazione.

Biomicroscopia od: LagoftAlmos, congiuntiva con diffuso 2+ Iperemia, Gerontoxon in Cornea, che presenta l’edema suiceepiteliale e la cheratite punteggiata superficiale, una camera anteriore con angoli chiusi in tutti i quadranti Tranne il temporaneo temporaneo che è in grado 3 secondo la classificazione di Shaffer, precedenti Sinechies in 2 quadranti, la dilatazione purezza del 55% e la cataratta bianca matura.

Biomicroscopia OI: congiuntiva iperemica, cornea opaca, vascolarizzata con punti di sutura in congiuntiva superiore, afcaquia.

fondo degli occhi di entrambi gli occhi non preziosi, quindi è stata eseguita una modalità di ultrasonografia B, trovando un occhio vasino, vitreo con opacità minimali, parzialmente ialoides distaccata, retina e coroid Lo scavo del nervo ottico è ampio e profondo.

Lunghezza assiale: 23.16; Spessore di vetro: 5.66; Indice cristallino: od: 2,44 è aumentato.

Un UBM è stato eseguito con l’apparecchiatura paradigmata (Paradigm Medical Industries, Salt Lake City, Utah. USA), che ha una sonda di frequenza di 50 MHz, trovando nella cornea di 50 MHz con edema, con uno spessore centrale di 521μ, camera anteriore 1,701mm, presenza della cellule della camera anteriore, con la presenza del materiale di pseudoessfooliazione sulla capsula anteriore della densità cristallina e aumentata in cristallina con evidenza di spostamento del diaframma iridocristalinato e conseguente chiusura angolare, Presenza della rotazione anteriore del corpo ciliare, non vi è alcun solco o spazio tra il corpo ciliare e la parte posteriore dell’iride, poiché l’aumento della dimensione cristallina sposta il corpo ciliare (figure 1 -3). I serbatoi del parco di brillantezza medio-alta sono apprezzati nella capsula anteriore di cristallina e della cellularità e aumento della densità cristallina.

Chiusura angolare nel glaucoma facomorfo.
figura 1.

chiusura angolare nel glaucoma facomorfo.

(0.09 MB).

glaucoma facomorfo.
figura 2.

glaucoma facomorfo.

(0,1 MB).

glaucoma facomorfo.
figura 3.

glaucoma facomorfo.

(0,1 MB).

Come maneggevolezza iniziale, il carico mannitolo è posizionato, dopo che questo regalo diminuisce nell’OD: 31mmHG, Oi: 8mmhg.

La movimentazione topica è lasciata con moxifloxacina 0,5% ogni 3h, Krytek (Dorzolamide 20mg, Timolol 5mg Maleate, 2 mg di Brobonidina tartrato) ogni 12h, compresse acetazolamide × 250 mg / 12h, prednisolone acetato 1% ciascuno ora, sodio ialuronta × 4 mg / 3h.

La chirurgia di estrazione della cataratta viene eseguita da foolaminatamente con l’aiuto della retrazione iridiana e dell’obiettivo intraoculare dell’obiettivo in occhio destro senza complicazioni.

in post-chirurgico Controllo nel paziente, il miglioramento dei sintomi e dell’acuità visiva di 20/60 in OD, papilla arancione con scavo dell’85%, emergenza centrale della nave, rivista senza luminosità, retina applicata e fondo di coroide.

Il paziente Presenta l’opacità della capsula posteriore, la capsulotomia laser in modo posteriore viene eseguita.

Il paziente persiste con alto 28mmhg Pio che non migliora nonostante la gestione medica con Napapenaco 0,1% / 6h, Prednisolone Acetato 1% / 3h, compresse acetazolamide × 250 mg / 8h, kry Tantek (Dorzolamide 20mg, Timolol 5mg Maleate, Timolol 5mg Maleate, Tartrato di Bridimonidine da 2 mg) Ogni 12h, cloruro di potassio × 500 mg / 24h, quindi impianto valvola Amhed Implant FP7 FP7 nel piatto dell’occhio destro è proposto.

Discussione

Facomorphic Glaucoma è associato a A Edema alto Pio e Corneal, quindi la valutazione del paziente con Gonioscopia può darci poche informazioni a causa dell’opacità dei media.

L’UBM è uno strumento utile per la valutazione di questi pazienti perché è un esame senza precedenti, In cui possiamo valutare in dettaglio le caratteristiche del segmento anteriore dei pazienti con glaucoma di potenziamento e valutare il meccanismo che causa il glaucoma che in questo caso sarebbe uno spostamento del diaframma iridocriscalstaliniano.

La valutazione del paziente con il sospetto del glaucoma facolrico da parte di UBM ci fornisce informazioni importanti sulla profondità della camera precedente, lo stato del cristallino al fine di provvedere a possibili complicanze in chirurgia della cataratta che è il trattamento delle elezioni In questi pazienti.

Nel nostro rapporto del caso, IOP continua ad essere aumentato nonostante la gestione chirurgica e la terapia medica. Si ritiene che il paziente avesse sovrastagranato un glaucoma da pseudoexpholiation che non era clinicamente diagnosticato, ma con l’aiuto dell’UBM la presenza del materiale di pseudossosfooliazione in una camera anteriore e in una capsula anteriore del cristallino, che spiegherebbe che nonostante gli angoli aperti Dopo la chirurgia della cataratta, ad alta persiste elevata, che richiede una procedura aggiuntiva per il controllo del glaucoma.

Riteniamo che questo sia un caso in cui l’UBM ha dato un orientamento diagnostico sull’eziologia della malattia nonostante i media opachi del Esame clinico.

Conclusioni

Il glaucoma facolrico è dovuto a una chiusura angolare secondaria causata da un aumento dello spessore del cristallino della cataratta avanzata che ostacola l’angolo di drenaggio dell’umorismo acquoso, che porta a un’elevazione acuta del Pio e una potenziale neuropatia ottica glaucomatosa se non è trattata nel tempo.

In alcuni casi è possibile associarsi a Pseudo Glaucoma Esfoliazione che è un disturbo sistemico in cui vi è una produzione e un accumulo progressivo di materiale fibrillare extracellulare in molti tessuti dell’occhio, causando il tampimento di maglia trabecolare e un aumento di Pio.

L’UBM è uno strumento utile nella valutazione di questi I pazienti poiché ci consente una valutazione completa delle strutture del segmento precedente, anche in presenza di mezzi opachi, e ci consente di determinare il rapporto tra le lenti con le strutture adiacenti e il probabile meccanismo che causa il glaucoma.

In questo caso è stato chiaramente illustrato come l’UBM può essere utilizzato per la diagnosi differenziale in diversi tipi di glaucoma in presenza di mezzi opachi.

Responsabilità etica Protezione di persone e animali

Gli autori dichiarano che per questo la ricerca non è stata effettuata esperimenti in umani o animali.

Riservatezza dei dati

Gli autori dichiarano di aver seguito i protocolli del loro centro di Lavoro sulla pubblicazione dei dati dei pazienti.

diritto alla privacy e al consenso informato

Gli autori dichiarano che in questo articolo, i dati dei pazienti non vengono visualizzati.

Finanziamento

Gli autori non hanno ricevuto sponsorizzazione Per svolgere questo articolo.

Conflitto di interessi

Gli autori dichiarano di non avere conflitto di interessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *