Il tempo utilizzato per il cambio di abbigliamento è parte del giorno del lavoro

Il giorno lavorativo inizia quando il lavoratore entra nel suo centro di lavoro; Per questo motivo, il tempo impiegato il lavoratore per cambiare abbigliamento, quando il lavoro lo richiede, dovrebbe essere incluso entro la giornata lavorativa, perché il lavoratore è già entrato nel suo centro di lavoro per fornire i suoi servizi ed è disponibile del datore di lavoro, non essere giustificabile o legale per ignorare questo intervallo del normale giorno lavorativo.

Questo è il principale criterio giurisprudenziale adottato da La Corte Suprema alla cassazione n. 9387-2014 Lima Norte, dove ha risolto l’appello interposto dalla Cerámica SA Corporation, nel processo seguito sulla sfida dei regolamenti di lavoro interni.

Il caso è il seguente: questa è la domanda depositata dalla società Union Corporation Ceramica SA, che richiede la nullità di vari articoli dei regolamenti di lavoro interni . Tra questi fu l’articolo 34, dove è stato stabilito che: “Agli orari stabiliti dalla Società, il tempo richiesto dal lavoratore di cambiare i vestiti dall’uniforme che la società lo concede, sia per l’ora del reddito che per l’uscita , per questo motivo comprerà che il lavoratore deve sviluppare un lavoro efficace dal momento dell’ingresso alla fine della giornata. Il tempo utilizzato per il cambio di abbigliamento non è considerato come straordinario. “

In prima istanza, il giudice dichiarato in parte basato sulla domanda e quindi nulla, tra gli altri, il suddetto articolo. Nell’articolo sopra In secondo luogo, la Corte Superiore ha confermato la sentenza impugnata. Non essendo in conformità con la presente decisione, il convenuto ha presentato ricorso di fascino.

A questo proposito, la Corte Suprema osserva che il convenuto mira a intendere il lavoratore Inserisci il centro di lavoro prima del programma regolare in modo che i vestiti possano essere cambiati attraverso l’uniforme, senza interferire con il giorno lavorativo, e che al momento del reddito (tempo esatto) il lavoratore è già nel suo lavoro; Allo stesso modo per il tempo di partenza, costringendo in questo modo che il lavoratore rimane tempo dopo il suo tempo di partenza in modo che l’uniforme possa essere cambiata dai suoi vestiti.

Tuttavia, in conformità con le disposizioni dell’articolo 9 della legge del giorno lavorativo, della legge e della legge in sovrappeso, approvata dal ruto supremo n ° 007-2002-tr, nessuno può Essere costretti a lavorare gli straordinari, tranne nei casi giustificati, altrimenti, il tempo ha funzionato che supera il giorno quotidiano o settimanale sarà considerato monetario e deve essere pagato, secondo quanto indicato nell’articolo 10 dello standard citato.

dell’esposizione, è determinato che il tempo che il lavoratore usa per cambiare i vestiti, quando il lavoro lo richiede , dovrebbe essere incluso entro il giorno lavorativo, perché il lavoratore è già entrato nel suo centro di lavoro per lavorare e Questo è disponibile per il datore di lavoro, non essere giustificabile o legale per ignorare questo intervallo del giorno lavorativo ordinario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *