La storia del Derby Merseyside che questo sabato suonerà James Everton contro Liverpool

espn.15 ott, 2020leat: 5 min.
Everton e Liverpool, in azione il Finale della FA Cup 1986Get immagini

Negli ultimi tempi, il Derby de Merseyside divenne una partita disuguale, tra un team utilizzato per combattere i campionati in Inghilterra e in Europa e in un altro che è stato discusso tra grandi aspettative e la triste realtà. Tuttavia, questa stagione tutto è cambiato. Everton e Liverpool giocheranno la grande partita della data, il classico più trascendente fino a quando è.

Per la prima volta in anni, sarà un duello mano a mano dal punto del premier Lega. Intorno a cui quasi sempre, oggi che raggiunge è la squadra blu, l’unico puntatore con un punteggio ideale grazie al grande livello mostrato da James Rodríguez e alla sua banda. D’altra parte, la scatola rossa, il campione attuale inglese, arriva al secondo posto e dopo una sconfitta ignominiosa 2-7 contro Aston Villa. Tutta l’Europa guarderà il parco di Goodison questo sabato a 06 in Colombia.

Il classico di Merseyside (nome della contea di cui la città di Liverpool è capitale) ha più di 130 anni di vita, come quasi tutti Grandi duelli britannici. Sebbene al giorno d’oggi nessuno dubita che sia un rosso tinto il rosso, durante una buona parte della storia era un risultato a portata di mano, contestata e un risultato incerto. Qualcosa di simile a ciò che ti senti in questi giorni.

Everton è nato nel 1878, a tempo pieno di espansione del nuovo sport e momento dell’Apogeo culturale della Gran Bretagna vittoriana. I ragazzi della chiesa metodista di Parish St. Domingo, che ha già praticato il cricket e l’atletica, ha deciso di formare la sua squadra di calcio, che ha chiamato St. Sunday FC. Non ci è voluto molto per aggiungere seguaci e acquisire importanza nella vita degli abitanti, quindi la decisione di adottare il nome del distretto, Everton, è stato dato naturalmente.

Yerry Mina già sa cosa è giocare alle immagini MerseysideGy

Nel 1884, l’imprenditore della birra e benefattore del già riuscito Club John Houlding, ha avuto un po ‘di terra nel distretto di Anfield, dove ha messo il primo Everton Stadium. Lì, l’istituzione è diventata fondatrice della Lega nel 1888 e ha vinto il suo primo titolo professionale nel 1890/91. L’anno seguente, Houlding ha deciso che era ora di guadagnare denaro con il club (e con la politica, poiché in seguito divenne sindaco) e quasi triplicato il noleggio della terra. Il Consiglio di amministrazione ha rifiutato di pagare quella quantità e spostò un chilometro a nord, Goodison Park, la casa attuale.

Cosa è successo a Anfield? Non avendo una squadra che giocava allo stadio, Houlding decise di formare un proprio chi ha chiamato “Everton Athletic”. Ma le autorità della Fa non gli permettevano di usare quel nome e decise di prendere quella della città da cui è stato il capo del governo per dare vita a Liverpool FC. Così, quasi per caso e dal seme del suo rivale, è nato uno dei più grandi club del mondo.

Il primo duello è stato il 13 ottobre 1894 nel parco di Goodison e rifinito con 3-0 trionfo Per i locali. Automaticamente, Derby è diventato uno degli eventi sociali più importanti della città. Ad ogni modo, la rivalità è cresciuta in modo diverso come ha fatto in altre città dell’Inghilterra. Blues e Reds hanno forgiato una sorta di amicizia condita da riunioni di calcio. La città aveva due grandi club nel calcio nazionale e quell’orgoglio potrebbe più di tutti gli egoistici. Ecco perché è anche chiamato “il derby amichevole”. Infatti, durante il primo trimestre di un secolo, entrambi i club condividono una delle principali tradizioni di inglese: il programma del partito.

Nel corso della storia, Everton e Liverpool erano il protagonista della prima divisione e animatori di decine di Campionati. I due avevano le loro epoche di gloria, con trionfi nei classici e nei titoli a livello nazionale. Everton ha vissuto i suoi anni di gloria negli anni ’60, mentre il Liverpool lo fece nei settanta anni.

negli anni ottanta ha segnato il polso della Lega. Nel 1984/85 le targhette erano campioni dopo aver vinto entrambi i classici, mentre nel 1982 Liverpool ha vinto il 5-0 a Bodyison con quattro obiettivi di Rush Ian e poi incoronato. Nel 1986 hanno condiviso il titolo dello Scudo di beneficenza dopo pari a 1-1 a Wembley e ha contestato il SuperCup europeo, l’unica finale internazionale con interpretazione “Due rivali del vicinato”, ma la tragedia della Heysel del 1985 ha interrotto ciò che avrebbe potuto essere un classico decisamente trasferito la portata europea.

Sabato 17 ottobre, giorno del partito, 10 anni di Everton L’ultimo trionfo di Derby sarà soddisfatto. È la più lunga striscia di tutti i tempi. In questo secolo, il Blues ha vinto solo 4 partite di campionato ed è per questo che il duello sembra irregolare. Tuttavia, fino all’inizio dell’era “Premier”, che ha cambiato il calcio inglese in un modo di routing, c’era solo una manciata di trionfi a favore di Liverpool: 54 contro 48.

oggi, in attesa del classico Numero 237, la differenza nella storia a favore della scatola rossa è di 27 giochi. Sarà il derby più attraente degli ultimi decenni. Il lavoro di Carlo Ancelotti, con James come bandiera, è stato così spettacolare in questi mesi che ha guadagnato abbastanza rispetto per competere altrettanto contro la squadra che ha segnato il ritmo del calcio mondiale negli ultimi anni. Il duello del sabato ha tutti i condimenti per essere indimenticabili, manca solo uno dei più importanti: il pubblico, poiché sarà il secondo classico della storia da svolgere chiuso, dopo maggio di quest’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *