laser littricia (Italiano)


Cos’è laser lithitripics? (Tipo di anestesia)

Laser Lithotripsy è una tecnica chirurgica per eliminare calcoli renali o pietre nel rene. Per raggiungere la distruzione delle pietre, utilizzare qualsiasi tipo di onda: onde ultrasoniche, elettroidrauliche o shock. Il laser Holmio o Holmio, in particolare, offre un’ureteroscopia o un trattamento endoscopia del più avanzato per il trattamento delle pietre renali, utilizzando un raggio di energia termica laser che annulla il tessuto ostruttivo. È una procedura tecnologica laser minimamente invasiva.

È una procedura che viene normalmente eseguita in anestesia locale o leggera sedazione per eliminare il dolore dell’intervento.

Perché è fatto?

Laser Lithotriccia è usato per frammentare tutti i tipi di pietre renali, essere di Cistina, monoidrato o pennello di calcio oxala (fosfato di calcio). Infatti, viene effettuato perché offre:

  • grande efficacia quando frammentare qualsiasi calcolo
  • controllo massimo del chirurgo durante il trattamento, poiché il laser introduce una propulsione o un movimento Minimo in calcolo
  • Uso ottimale delle fibre di diverso calibro e grande flessibilità, che può essere utilizzata in qualsiasi endoscopio

Che cos’è?

Per eseguire litotripie laser, viene eseguita una tecnica minimamente invasiva. Il calcolo renale è accessibile attraverso una puntura della pelle a livello lombare, o attraverso l’uretra alla vescica o all’uretere, a seconda di dove si trova il calcolo. Ciò che viene introdotto è un tubo in fibra ottica con una punta rigida e flessibile, collegata a una fotocamera. Una volta visualizzati i calcoli, sono frammentati con la pulsazione del laser. L’energia contenente il laser consente di frammentare il calcolo in modo rapido.

preparazione per laser litrotricia

Prima del laser litotricia il paziente deve comunicare al medico:

  • Se è o potrebbe essere incinta
  • i farmaci che stai assumendo

Inoltre, il medico può richiedere, durante i giorni prima dell’intervento:

  • Stop assunzione di acido acetilsalicilico, anti-infiammatorio o droghe che ostacola la coagulazione del sangue.

Durante il giorno della procedura, il paziente deve:

  • Non bere o mangiare nulla per diverse ore prima dell’intervento
  • Prendi i farmaci indicati dal medico solo con un piccolo sorso d’acqua

Assistenza dopo l’intervento

Il fatto che uno strumento endoscopico venga introdotto nel tratto urinario può indurli a infiammare, che può, a sua volta, rendono difficile per il traffico di urina dal rene alla vescica . Quindi, di solito è un catetere interno temporaneamente all’interno del tratto urinario. Anche se si infastidisce leggermente è utile per urinare normalmente.

Oltre al fastidio del catetere uretrale, in alcuni casi potrebbe esserci un leggero sanguinamento nelle urine, che non è allungato per più di 5 giorni.

Si consiglia sempre che il paziente accompagnato, poiché è un intervento ambulatoriale, ma allora richiederà loro di accompagnarlo a casa. Una volta a casa devi riposare e prendere antibiotico e antinfiammatorio. Il giorno successivo dell’intervento il paziente può già rendere la vita normale.

Tuttavia, è necessario che il paziente prenda molti liquidi durante le prossime settimane dell’intervento: tra 8-10 navi giornaliere, per eliminare l’aiuto qualsiasi frammento. Un mese dopo l’intervento, verrà eseguito uno studio metabolico, valutando l’urina e il sangue per 24 ore, per studiare i fattori che possono intervenire nella formazione dei calcoli. A questo è aggiunto uno studio chimico, per analizzare i componenti esatti del calcolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *