Le quattro dichiarazioni di fallimento di Donald Trump, in dettaglio

(cnnmoney) – Donald Trump è vantato è andato alle sue aziende in bancarotta. E, infatti, nessuna delle grandi aziende statunitensi ha fatto uso del capitolo 11 più dell’impero dei casinò di Trump negli ultimi 30 anni.

“Ho usato le leggi di questo paese … Le leggi della bancarotta, per fare un buon lavoro per la mia azienda, per me, per i miei dipendenti e la mia famiglia, “disse durante il primo dibattito repubblicano tenuto il 6 agosto 6.

Trump dice che le aziende di successo sono Dichiarano in bancarotta tutto il tempo. Nel dibattito, ha detto che “praticamente tutte le persone di cui letti sulle copertine delle sezioni commerciali hanno fatto uso della legge sulla fallimentazione”

Ma i fatti non supportano il commento.

Nonostante gli esempi di alto profilo, compresi i motori generali, i fratelli Lehman e la maggior parte delle principali compagnie aeree del paese, meno del 20% delle aziende pubbliche che hanno beni di 1.000 milioni di dollari o più sono stati dichiarati in bancarotta Gli ultimi 30 anni, secondo i dati di BankTrupCy.com e S P; Capitale IQ.

Trump non è mai stato dichiarato in bancarotta personale. Ma ha dichiarato bancarotta quattro dei suoi affari, qualcosa che, secondo Bankruptcy.com, trasforma la briscola nella persona che ha fatto più negli ultimi decenni. Le affermazioni si sono concentrate sui casinò che hanno avuto sulla proprietà a Atlantic City. Tutti stavano ristrutturando del capitolo 11, che consente a un’azienda di continuare nel business mentre si spogliava come deve degno di banche, dipendenti e fornitori.

Non si scusa per aver eliminato una grande parte del tuo debito. “Questi istituti di credito non sono neonati, sono veri assassini”, ha detto nel dibattito. “Non sono persone dolci e piacevoli.”

Questo è uno sguardo al record di dichiarazione fallimentare di Trump.

Trump Taj Mahal, 1991

Il primo fallimento di Trump era probabilmente il più doloroso per lui. Per ottenere i fondi di cui avevo bisogno, ha venduto uno yacht da 85 metri, come Trump Shuttle, la compagnia aerea che opera in quel momento e fatta viaggi tra Washington, D.C., New York e Boston, secondo i resoconti dei media. Doveva rinunciare alla metà della sua partecipazione a Trump Taj Mahal, ma è riuscito a mantenere il controllo della proprietà. Il suo più grande creditore era Finantiero Carl Icahn, che aveva $ 400 milioni in bonus. Ora, l’icahn è chi Trump si designarebbe come segretario del tesoro se vince le elezioni.

Trump Castle Associates, 1992

In meno di un anno, era di nuovo in tribunale di bancarotta per gli altri casinò che ho avuto a Atlantic City. Questa bancarotta includeva il Trump Plaza Hotel a New York, il Trump Plaza Hotel Casino a Atlantic City, così come il Trump Castle Casino Resort. Gli diede metà della sua partecipazione alla Plaza di New York a Citibank, ma mantenne la sua partecipazione ai casinò.

Trump Hotel & Casino Resorts, 2004

Trump non ritornava nuovamente al Tribunale di fallimento fino a novembre 2004, quando ha chiesto di liberarsi del suo debito in diversi casinò Atlantic City e una nave fluviale in Indiana. Questo è stato un altro viaggio veloce attraverso la Corte di fallimento; La società è stata privata di 500 milioni di dollari nei debiti ed è uscito dalla bancarotta nel maggio dell’anno successivo. Trump gli ha dato la maggior parte del controllo della compagnia ai suoi obbligazionisti, ma rimase l’azionista unico più grande, e ancora una volta ha tenuto il controllo dei casinò.

Trump Entertainment Resort, 2009

Il tuo più recente La dichiarazione fallimentare è avvenuta nel 2009, dopo che la tua azienda non effettua un bonus di $ 53,1 milioni. Era più di ogni altra cosa la fine della strada per Trump in Atlantic City. Mentre il suo nome è rimasto in tre casinò, ha dimesso il Consiglio e si è dimesso la sua restante partecipazione all’azienda.

“Ho avuto un buon senso, e mi ha dato un sacco di riconoscimento sulle pagine finanziarie; sette anni fa ho lasciato della città atlantica prima che venisse completamente giù, “disse durante il dibattito.

I due casinò della città atlantica che avevano ancora il nome di Trump si è dichiarato di nuovo in bancarotta nel 2014. In quel momento, Trump Abbandonato che la gente sapesse che non era più gestita la compagnia e ha chiesto di rimuovere il suo nome.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *