Machos vs. Le femmine: impara a identificare il sesso del tuo impianto

maschio vs. Female Cannabis

Quando le piante di marijuana sono impollinate naturalmente, possono produrre semi maschili o femminili, noti come semi regolari. Naturalmente, nella maggior parte delle specie, la distribuzione tra i 2 sessi è più o meno di 50/50. Successivamente, ti mostriamo come identificare tra una pianta di cannabis maschile e femminile e le caratteristiche associate al tuo tipo di genere. Inoltre, imparerai anche i principali vantaggi delle crescenti piante femminili.

Caratteristiche della cannabis maschile

Impianto di marijuana femminile

Per raggiungere Coglollo arricchito in cannabinoide, è necessario da piante di marijuana femminile; Dal momento che questi sono quelli che producono fiori che secernono elevate quantità di resina, che vengono tagliate quando hanno già finito di maturare. E questa è la ragione principale per cui i coltivatori di marijuana preferiscono le piante femminili. Nel corso della storia, i coltivatori hanno piantato le piante maschili e femminili senza differenziarle, sperando che la maggior parte di loro derivi da una femmina, ma, a lungo termine, il costo del funzionamento del raccolto era molto alto. Al giorno d’oggi, i coltivatori usano sementi femminizzati per produrre impianti con genetica femminile esclusivamente, e per questo motivo danno una maggiore efficienza ai loro risultati. Gli allevatori di marijuana moderni hanno perfezionato questa tecnica, con una probabilità del 100% di successo, e, in aggiunta, razionalizzando lo spazio, il tempo e il costo.

cannabis femminizzata

femminizzato

aperto collezione

coltivatori utilizzano determinate tecniche per produrre semi femminizzati. Uno di questi è l’uso dello stress, che è indotto attraverso un’interruzione di cicli di luce durante la fioritura delle piante; Ciò che produce come risultato che i semi sono femminilizzati. Più comunemente, tuttavia, i coltivatori spruzzano una soluzione in argento colloidale sopra la pianta per controllare il loro sesso. Ciò impedisce all’impianto di produrre l’ormone di fioritura etilene. Indobita questo ormone, la pianta produce fiori maschili con borse di polline che sono sviluppati solo con genetica femminile. Quei fiori possono essere utilizzati per impollinare un’altra pianta femminile, ottenendo come risultato semi femminili.

Quante foglie hanno una pianta di marijuana femminile? Generalmente, una pianta di marijuana femminile ha più foglie di un sesso maschile. Anche se le prime due foglie sono molto piccole, la pianta può avere fino a 13 fogliari fogliari quando è completamente maturo, a seconda delle condizioni di crescita e della varietà della marijuana. Nella parte superiore della pianta femminile, le foglie si sviluppano mentre le gemme e i fiori si stanno formando.

la marijuana femminile: quali sono i sinembols, i pistilli e i calici?

Maschio vs. Female Cannabis

Quando le piante maschili vengono rimosse dall’area di coltivazione, le piante femminili possono crescere a dimensioni superiori. Le piante femminili crescono senza sementi, cioè, poiché non diventano impollinate, producono germogli spessi e resina riempiti. Questi sono i boccioli raccolti per produrre derivati di cannabis.

In effetti, i boccioli impollinati producono un fumo sgradevole e il suo livello di qualità è basso. La parte della pianta femminile chiamata Bráctea ospita le parti riproduttive della pianta femminile. Una delle prime caratteristiche che identifica un bratto sono le foglie piccole che appaiono. Backs sono forma di lacrime e contengono numerose ghiandole in resina.

Pistils contengono le parti riproduttive della pianta, compresi i pellet pelosi caratteristici delle piante femminili conosciute come stimmi, che conservano il polline delle piante maschili. Gli stimmi iniziano a essere formati come tenue strutture bianche, che diventano rosse e marroni come la pianta matura. Sebbene lo stigma sia importante per la riproduzione, non aggiunge valore al potere e al gusto dei fiori di cannabis. Il Chalice è uno strato trasparente che copre il cogello all’interno della base del fiore. Le ghiandole chiamate Tricomas risiedono all’interno del Chalice e nei fogli e nei steli, e queste ghiandole sono quelle che secernono la resina visibile nei boccioli. Questa stessa resina è quella che protegge le piante climatiche e i predatori.

La resina contiene oli aromatici chiamati terpeni che danno cannabis il suo odore caratteristico. Contiene anche i cannabinoidi intrinsivi della pianta, così come il CBD e il THC.

Come è identificato se una pianta femminile è stata impollinata? In questo caso, le brattee saranno più grandi; Gli stimmi diventerà rosso e marrone dopo che la pianta è impollinata, il che significa che il suo colore è anche un segno di impollinazione. Se hai peccato un brac stick, puoi guardare il tuo contenuto e, se hai un seme all’interno, la pianta è stata impollinata.

Impianti di cannabis maschili

maschio vs femmina marijuana

Le piante maschili sono più resistenti e spesse. Hanno anche meno fogli e uno stelo più spesso, reso necessario per resistere al peso della pianta su tutta la sua struttura, poiché le piante maschili crescono più in alto del femminile.

Come le piante maschili occupano un po ‘più di spazio e consumo molte più risorse, devono essere identificate prontamente da rimuovere, prima che abbiano l’opportunità di impollinare alcune piante femminili. Oggi le piante maschili sono comunemente usate per impollinare le piante femminili e producono semi, o per sviluppare nuove varietà di cannabis.

Come identificare i sacchetti di polline?

SACS POLLEN

Le piante maschili producono piccoli sacchetti di polline alla base delle foglie. Come vanno i sacchi di polline? Queste piccole palline che sono formate nelle articolazioni dei rami possono essere difficili da bere piante maschili. Quando le borse maturano, si rompono da sole per disperdere il polline. Generalmente, le piante maschili rilasciano il polline entro le prime tre settimane della fase di fioritura. Pertanto, le piante maschi hanno bisogno di un monitoraggio continuo dopo che i sacchetti di polline sono formati, in modo che i coltivatori possano separare queste piante di Anthse da cui hanno polinogiorno altre femmina. Questo è il motivo per cui le piante maschili e femminili devono essere separate.

Identificazione del genere di una pianta di marijuana

Pianta di cannabis sessuale

Quando sono presenti i due sessi della pianta, i coltivatori devono farli crescere finché ognuno di esso rivela il suo sesso. Alcune varietà danno segnali veloci del loro sesso, ma la maggior parte delle piante non lo rivelano fino a quando non sono già ben all’interno del loro ciclo di crescita.

Il nodo di una pianta è il luogo in cui le foglie e i rami si estendono dal stelo principale. I primi bulbi sono formati nei nodi di entrambi i tipi di piante. I fiori maschili sono presentati come piccole borse dove si trovano i rami con lo stelo centrale. Allo stesso modo, le piante femminili hanno lampadine simili aspetti nelle prime fasi della vita. Questa situazione rende il compito di identificare il sesso delle piante un po ‘complicato. Tuttavia, le piante femminili sviluppano peli lunghi e tenui, mentre le piante maschili non lo fanno.

Le piante femminili producono germogli mentre maschili producono il polline. Le piante di marijuana rivelano il loro sesso, di solito, quando il coltivatore rende il ciclo di cambiamento al 12/12, dallo stress della forza della luce per rivelare la sua genetica.

Generalmente, il maschio rivela il tuo sesso molto prima del femminile. Nel caso delle piante di marijuana che vengono coltivate all’aperto, le piante maschi possono rivelare il loro sesso fino a tre settimane prima delle piante femminili; Mentre nelle piante coltivate in coperta, i maschili hanno rivelato il loro sesso tra 7 o 10 giorni prima del femminile.

La pre-fioritura appare dopo 4 settimane del ciclo di vegetazione avviato. Dopo 6 settimane, la pre-fioritura è abbastanza consolidata da determinare il sesso della pianta. I fiori rimarranno piccoli e molti coltivatori usano gli occhiali da gioielli per dare un’occhiata da vicino.

I coltivatori di solito esaminano i nodi dell’impianto per trovare borse o formazioni di staffa. La formazione di piccole borse tra i nodi indica che il sesso della pianta è maschile. Queste borse maturano il polline rapidamente e disperdente. Una pianta femminile avrà due brattei e lunghe viticci che scadono, e produrrà stimmi pelosi che catturaranno il polline nell’aria.

Può uno stabilimento femminile diventare maschio?

Anche se le piante Prendi il loro tempo per mostrare le caratteristiche del loro sesso, il genere della cannabis è predefinito dalla germinazione.I coltivatori possono imparare a identificare le piante maschili e femminili dalle prime fasi del raccolto per garantire un raccolto di successo. Le piante femminili non possono essere trasformate in maschio e viceversa, sebbene molti ricercatori stiano ancora studiando il soggetto.

Se il polline di una pianta maschile raggiunge i boccioli di un femminile, la pianta femminile produrrà semi. Tuttavia, rimarrà una pianta femminile. Se non ci sono semi di cannabis maschili per impollinare i semi femminili, c’è la possibilità che i semi femminili diventeranno ermafroditi.

quali sono le piante ermafrodite?

Può una pianta femminile Turn maschio

Le piante femminili possono sviluppare organi maschili e femminili, il che significa che riproducono germogli e sacchetti di polline al momento. Queste piante sono conosciute come cannabis Herdadrodite. L’ermafrodita produce polline e può essere stentato da soli. L’autoinpollinazione significa che non possiamo ottenere un campione dei sinesilla. Allo stesso modo, l’ermafroditismo sarà trasmesso da generazione in generazione.

La genetica dell’impianto può determinare l’ermafroditismo su una pianta. Molti coltivatori chiamano questo processo “arementato”, e può verificarsi quando la pianta è stressata, subisce un trauma o una malattia, presenta carenze nutrizionali o, anche, dall’effetto del maltempo. Ad esempio, una pianta con un ramo rotto può essere convertire facilmente in un ermafrodite.

hermaphrodite cannabis

In colture indoor, lo stress si verifica quando la temperatura aumenta troppo o quando la luce viene attivata nel momento sbagliato. Le piante producono sacchetti di polline rotti, ma producono anche anters, che sono stami esposti che hanno origine il polline. I coltivatori sono obbligati a rimuovere quelle piante con borse di polline e gli anters, in questo modo possono prevenire l’impollinazione delle piante femminili.

***

Per una stagione culturale di successo, sicuramente vorrai ottenere germogli grandi e appiccicosi di a pianta di marijuana femminile. Speriamo questo L’articolo è stato un grande aiuto per aiutarti a scoprire le differenze tra piante maschili e femminili. Vi auguriamo il meglio della scrofa!

sforzo più potente

high thc

collezione aperta

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *