Magnetismo. Legge Ampère

Flusso del campo magnetico. Legge di Ampère

Il flusso del campo magnetico è definito analogamente al flusso del campo elettrico.

Flusso del campo magnetico

Il flusso di Il campo magnetico φm attraverso una superficie è definito:

Dove DS è un vettore perpendicolare al superficie ad ogni punto.

Come le linee del campo magnetico sono chiuse (non esistono monopoli), Il flusso attraverso qualsiasi superficie chiusa è NULL:

Pertanto, al contrario da ciò che stava accadendo Con la legge Gauss, il flusso del campo magnetico non può essere utilizzato per calcolare i campi magnetici.

Legge di Ampère

La legge che ci consente di calcolare i campi magnetici dall’elettrico Le correnti sono la legge di Ampère. È stato scoperto da André – Marie Ampère nel 1826 ed è indicato:

L’integrale del Il primo membro è la linea di circolazione o integrale del campo magnetico lungo una traiettoria chiusa e:

  • μ0 è la permeabilità del vuoto del vuoto
  • dl è un vettore tangente al vettore Percorso scelto in ogni punto
  • è la corrente netta che attraversa la superficie delimitata dalla traiettoria e sarà positiva o negativa in base al senso con cui attraversa la superficie.

Campo magnetico creato da un filettatura infinita

Come applicazione della legge Ampère, il campo creato da un filato infinito attraverso il quale una corrente che circola viene calcolata di seguito. Le linee del campo magnetico avranno la direzione fornita dalla regola della mano destra per l’espressione generale del campo creato da un flusso, quindi le sue linee di campo saranno circonferenziate sul filo, come mostrato sul lato sinistro del lato sinistro del lato sinistro del lato sinistro del lato sinistro La figura successiva.

Per applicare la legge Ampère, una circonferenza focalizzata sul filato radio R. I vettori e DL sono paralleli in tutti i punti di esso, e il modulo del campo è lo stesso in tutti i punti della traiettoria. La linea integrale rimane:

/ P>

Utilizzando la legge Ampère, è possibile calcolare il campo creato da diversi tipi di corrente. Due esempi classici sono il toroid circolare e il solenoide ideale (*), i cui campi sono visualizzati nella seguente tabella.

circolare toroide solenoide ideale *

(*) Un solenoide ideale è una bobina di grandi dimensioni i cui turni sono molto insieme. Nell’espressione del campo magnetico che crea, n è il numero di turni per unità lunghe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *