Margine 45 – Social Journal

Questo articolo è stato originariamente pubblicato sulla rivista, nello spazio e sul dibattito nel 1990. A causa della presenza di alcuni argomenti che affrontammo di pubblicarlo con alcune modifiche.

È probabile che gran parte della storia più importante del discorso attuale della farmacodependenza sia stata originata negli Stati Uniti attorno al problema dell’alcolismo.
In questa forma di comprensione del fenomeno, le diverse linee e gli aspetti concettuali convergevano che, dal biologico, sociale e legale, ha cercato di spiegare le cause, la prevenzione e il trattamento di una “malattia”, che sempre più frequentemente occupato un luogo preminente nelle preoccupazioni del tempo; Alcolismo.

Moral, temperanza e “supremo” Cause risorto nel campo della malattia della salute, allo stesso tempo che il discorso sull’alcolismo stava consolidando. È che nell’ovest e soprattutto negli Stati Uniti, l’alcolismo cominciò lentamente a occupare il luogo che progressivamente stava abbandonando la tubercolosi e le malattie veneree.
è all’inizio del secolo, quando questo processo è stato sviluppato in cui l’alcolismo inizia ad essere sollevato come una malattia morale, dove la medicina aveva pochissimo a dire al di fuori delle descrizioni di sindromi e degenerazione cellulare. Dall’alcolismo rapido sociale, rapidamente “unicità” con povertà o alcuni settori della società.
È possibile provare a localizzare l’origine di alcune di queste idee, che negli Stati Uniti. E nel decennio del trenta consenso e Finisci un discorso che predominerà ancora e influenzerà la forma pertinente e quasi analogica nel campo della tossicodipendenza.

Tra il 1780 e il 1800, sono stati tenuti negli Stati Uniti. Le prime campagne di alcolismo. Durante questo periodo , Il Dr. Benjamín Rush è attribuito uno dei primi scritti che avvisa la popolazione sull’assunzione di alcol. Già in quel momento, la tendenza proibizionista è stata espressa con una certa chiarezza, che ha avuto la sua massima espressione nel famoso emendamento costituzionale che vietato l’alcol.
in tutto il mondo e dal discorso medico, le società o le leghe di temperanza sono state formate in un luogo simile a coloro che attualmente occupano droghe.
L’alcolismo stava considerando Rado come caratteristica essenziale del crimine ed è stato ipotizzato con la sua influenza sulla deformazione cellulare a livello del sistema nervoso centrale. I trattati criminologici gli hanno dato paragrafi speciali, leggi sono state sanzionate molto simili a quelle attualmente o proiettate al momento, mentre le campagne preventive hanno avuto una sorprendente somiglianza con cui oggi vengono applicati in quasi tutti.
Nel caso degli Stati Uniti, l’esaltazione dei valori puritani e la divisione della società tra bevitori e non bevitori, prodotti, da un lato una certa coesione ideologica e dall’altra la stigmatizzazione di alcuni gruppi sociali, nello spazio. Gli immigrati che in quel paese hanno iniziato a dimostrare il crescente potere economico e politico. L’alcol e l’alcolismo erano sinonimi di “pericolo”, questa idea, trasferita a persone e gruppi sociali, ha generato un’importante divisione della società americana.
Divisione tra i propri e gli estranei, precisamente, quando quel paese motorizzava un modello di espansione al mondo e soprattutto verso l’America Latina. In questo modo, stava emergendo ciò che un po ‘di tempo in seguito denominava “il discorso sintetico”. Già nel 1851, la prima legge proibizionista era stata presentata nel Maine.
Nel 1869, il partito proibizionista è fondato ea sostegno di esso apparve la “League of Women in favore della temperanza”. D’altra parte, alla fine del diciannovesimo secolo, ha iniziato a far circolare la letteratura medica che ha mostrato preoccupazione per il consumo di oppiacei, che era correlato a “paradisi artificiali”, ma, in tutte le aree, l’alcol ha iniziato a occupare un luogo privilegiato . Potrebbe essere affermato che in quel momento “è stato preso a dimenticare”, “uscire”, anche se è per un breve periodo di processi sociali sempre più competitivi ed esigenti.

L’obbligo di avere successo, La necessità di regolare le attività, sia a livello di famiglia che professionale, la ricerca permanente della differenza per la sua successiva etichettatura e separazione, probabilmente ha dato le basi di terapie e prevenzione.
Nel 1907 (Georgia), la prima legge proibizionista è promulgata. In questo contesto, la costruzione alcolica come soggetto moralmente debole, è fortemente legato al pensiero positivista dalla prospettiva della valutazione della forza della razza e della volontà, associata a qualità dell’ordine naturale.L’influenza di questa corrente del pensiero è simile in diversi paesi dell’America, dove è stato stipulato in processi sociali sempre più competitivi ed esigenti.
Era correlato, con crescente consumo di alcolici di chiarezza con immigrati. I “portatori del male” erano immigrati mediterranei, irlandesi, polacchi e latinoamericani.
L’alcolismo, è diventato un breve periodo di tempo sinonimo di Urban Ghetto; gli Stati Uniti è un paese in cui la sua popolazione è integrata sotto forma di alluvione, migrazioni Come questione sociale e il dilemma rappresentato dai movimenti della popolazione, sono stati espressi anche come preoccupazione nella generazione degli anni ’80 dell’Argentina, la menzione del problema della popolazione come alluvione eterogeneo e conflittivo, ad esempio nelle opere di Ramos Mejía.
Nel caso degli Stati Uniti, dalla sua costituzione puritana originale, ogni volta che il diritto del Nord America ha dovuto riaffermare la sua leadership ha fatto appello ai valori puritani contrapponendoli a quelli dei gruppi immigrati che hanno contestato il potere economico e politico.
Questo è chiaramente espresso nella nota legge del 1920. La legge secca, è uno dei background più curiosi che gli storili mostrano Una salute pubblica, deriva dall’assurdo che, ad un certo momento il consumo di alcol è vietato attraverso un emendamento costituzionale, quando il consumo di bevande “bianchi” e aumentando la birra. In questo modo, il consumo non alcolico, è stato trasformato in una sorta di simbolo collegato ai valori del puritanesimo. Il discorso singolo, ha acquisito forti condizioni di valutazione, recependo il luogo di consumo e invadendo quello dei settori della popolazione o prendendo aspetti demografici. A quel tempo negli Stati Uniti, il termine “cultura taberna” ha funzionato come tagging da coloro che si trovavano fuori dalla concezione puritana di una prospettiva razziale e politica.

L’applicazione della legge, ha generato un nuovo significato simbolico dell’alcool e del suo consumo. Nella società del nordamericano non era più uboricata dimenticare, il consumo di bevande alcoliche in alcuni settori ha preso una forma di “protesta”, qualcosa di simile a quello che è accaduto nei decenni di cinquanta e della sessanta di il ventesimo secolo con allucinogeni.

Entrando alcolici, cominciò ad essere associato a pericolo, malattia, deviazione sociale e diventa anche una sorta di ostentazione economica, a causa delle difficoltà ad acquisire per restrizioni di legge secco “. Tra gli imitatori, il senso della protesta è stata intesa come una moda … Nei bar della clandestina, si potrebbe essere complicata in un raid con la polizia, il prezzo dell’alcool di contrabbando, determinato una sorta di reddito basato su numeri di ospiti alle parti “(1)
L’impatto dell’applicazione della legge secca e del discorso astemio, ha generato un nuovo fenomeno in letteratura; “la narrativa alcolica” due Passos; Fitzgerald, Hemingway, scrivi di alcool nei tuoi romanzi. Le campagne di prevenzione sono moltiplicate e i film sono riempiti. Anche il discorso puritano sull’alcol ratifica la sua transnazionalizzazione. L’altra parte, l’alcolismo aveva iniziato a crescere allo stesso modo delle campagne di prevenzione e dei sistemi di trattamento. Si potrebbe affermare che i valori puritani hanno raggiunto una certa coesione poco prima del reddito degli Stati Uniti per la seconda guerra mondiale. Tempo quindi abolito e divieto, la “narrativa alcolica”, è ancora in aumento fino alla fine degli anni Trenta.
Alla fine della seconda guerra mondiale, l’alcol occupava un posto diverso nella società americana. Non era più preso per protestare, L’alcol era entrato a far parte della vita di tutti i giorni; è il momento di “inghiottire dopo il lavoro” o il “weekend ubriaco”.

alcool, smette di essere nel posto di ciò che è proibito, comincia a essere occupato da droghe. Nel 1937, la prima legge della valuta del consumo di marijuana è stata sanzionata negli Stati Uniti, e in alcuni casi, gli stessi funzionari che sono intervenuti nella campagna a favore della legge secca, cambiato dalla sostanza.
h.ansingler, che ha lavorato Le campagne del proibizionismo, raccontano nelle sue memorie mentre ha sviluppato una campagna per il divieto di marijuana: “Nel 1937, il Federal Narcotic Bureau, sotto la mia direzione, ha preso due importanti iniziative: prima di tutto un piano legislativo per Ottieni dal Congresso Una nuova legge che ha collocato la marijuana e la sua distribuzione direttamente sotto il controllo federale, in secondo luogo, ho contato attraverso la radio e altri mezzi, “The New York Herald Tribune”, ad esempio, la storia di questo Maleficent Yerba dei Campi, di I letti dei fiumi e le grondaie delle strade. Ho scritto articoli per riviste, i nostri agenti, ha dato centinaia di discorsi con genitori, educatori, intestazioni sociali e civili.Trasmissioni radiofisse riferite al crescente numero di crimini, compresi gli omicidi e le violazioni. Ho continuato a martellare, su questi fatti “(2)
da quel momento inizia a parlare di droghe, quasi nello stesso modo in cui precedentemente è stato parlato di alcol. La società del Nord America ha continuato a limitare le sue contraddizioni nella ricerca di nemici nascosti. Il decennio degli anni Cinquanta, con la commissione per la ricerca per le attività anti-americane, presieduto dal senatore MC Carty, è un intero esempio di questo.

Ma, quelle stesse contraddizioni, hanno avuto un valore rilevante nei movimenti contemporanei degli anni Sessanta in quel paese. In ogni caso, le forme di concettualizzazione, prevenzione, alcolismo e tossicodipendenza hanno continuato ad essere esportate. Da Benjamín Rush a Jellineck, il discorso biologico, creerà solo una nuova categoria gnosologica, ma continuerà a parlare della “degenerazione cellulare”, mentre l’alcolismo continua a perdere nei labirinti della clinica.

in social, Molti lavori, continuano ad associare la povertà dell’alcolismo, ripetendo la linearità causa l’effetto del modello delle scienze naturali, così come gli igienisti del secolo, senza essere in grado di immergersi nelle condizioni sociali, storiche e politiche che rendono l’aspetto del fenomeno. Per incolpare, la temperanza e l’etichettatura, incorporata in prevenzione e trattamento, compiere più una disciplina compito che terapeutica.

il discorso puritan di alcolismo e la tossicodipendenza continua a fare affidamento su “unicità” e È lei quella che finisce per mettere droghe e alcol in un primo piano, prima della sostanza che la persona. Quindi la droga e l’alcol sono mostrati come qualcosa che esercita un potere supremo. Su questo percorso, l’imprigionamento, l’involucro e l’etichettatura sono mostrati come l’unica soluzione. Il trattamento appare quindi come un nuovo spazio in cui il dialogo di guasto e temperanza, guardando come unico effetto della scomparsa del sintomo.

Come nel discorso criminologico e psichiatrico dell’inizio del secolo, alcolizzato e Il Dogadicto ritorna ad essere soggetto a pratiche correttive, nel frattempo sono registrati nei corpi dei pazienti. Un corpo contaminato, di proprietà che sarà custodito da altri, mentre il suo comportamento sarà modellato per una nuova vita nella società, in cerca di autodisciplina che costruisce una vita metodica già senza un pretector che guida. In una società in cui nulla è cambiato mentre è stato applicato il terapeutico e si prepara a ricevere un nuovo etichettato ora come un ex tossicodipendente alcolico o precedente.
Asisteo Dato il discorso, è stato appropriato per terapie e prevenzione nel campo della tossicodipendenza con un insolito vigore. Viene introdotto in legale, quando qualcuno è penalizzato, per “possedere” una sostanza proibita. Il discorso proibito è stato trasnapposto, lasciando i confini degli Stati Uniti e introducendo se stessi nei paesi dell’America Latina. I farmaci hanno oggi, lo stesso propinch in molte campagne e progetti che l’alcol ha avuto al momento della legge secca.
Sulla base di questi dati e soprattutto dal punto di vista storico, sarebbe interessante chiedere che sia più dannoso nel tema della tossicodipendenza, Se l’effetto delle sostanze o del discorso che è stato generato o generato intorno a loro. Forse è, se è la domanda necessaria e prima dell’elaborazione di piani e programmi nel campo della tossicodipendenza.

NOTE

  1. Pivano Fernanda, Beat, Hippie, Yippie. Ediciones Jucar. Madrid 1975.
  2. citato da Pivano Fernanda in Beat, Hippie, Yippie. Edizioni Jucar . Madrid 1975.

Bibliografia:

  • carballeda, alfredo. Lavoro socia l da uno sguardo storico focalizzato sull’intervento. Spazio editoriale. Buenos Aires. 2006.
  • pivano fernanda, beat, hippie, yippie. EDITIZIONI JUCAR. Madrid 1975.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *