Memoria cilena (Italiano)

La generazione di pensatori liberali dell’economia nazionale, i discepoli di Jean Gustave Courcee-Seneuil, assumi i postulati della cosiddetta scuola classica del liberalismo economico, La dottrina economica è emersa durante l’illuminazione, che aveva come fondatori ad Adam Smith e David Ricardo, che sosteneva l’intervento di stato minimo nell’economia, lasciando l’essere umano e le aziende in completa libertà di cercare il proprio interesse personale, che genererebbe una grande ricchezza e prosperità per la comunità nel suo complesso. In questa competenza dell’offerta gratuita di offerta e domanda di merci e servizi, i mercati sono regolati solo dalla cosiddetta “mano invisibile”, rilevando che lo stato dovrebbe essere limitato solo all’istituzione e alla manutenzione della giustizia, in particolare per garantire la proprietà Privato, difesa nazionale e costruzione e manutenzione di alcune opere pubbliche. Questi postulati erano la base del pensiero e dell’azione della generazione di pensatori liberali dell’economia dei decimensioni nazionali, che sempre sostenevano di limitare l’intervento dello Stato nell’economia e migliorare la libera impresa, così come la formulazione di una legislazione economica completa di una legislazione economica, Soprattutto la legge delle banche del 1860. Allo stesso modo, erano sempre critici per l’intervento statale in materia economica, specialmente quando ha sostituito le banche private nella funzione di emissione della carta nel 1879.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *