Photoautótropos: Caratteristiche ed esempi

fotoautótrophos o fototrophi sono organismi che dipendono dalla luce come fonte di energia e con la produzione di molecole organiche da molecole inorganiche. Questo processo è noto come fotosintesi e, in generale, questi esseri rappresentano la base della catena alimentare.

La fonte di energia più importante per la vita è la luce solare, che colpisce la superficie della terra. L’energia luminosa viene catturata durante la fotosintesi. Durante questo processo, l’energia viene assorbita da clorofilla e altri pigmenti, quindi convertiti in energia chimica.

Le piante sono organismi fotoautografica (immagine di foto gratis su www..com)

Generalmente, il Fotoautótrophos Utilizzare l’energia della luce per convertire la CO2 e l’acqua in zuccheri, che sono la base di migliaia di molecole organiche. Questi zuccheri sono in grado di essere assimilati dalla maggior parte degli organismi viventi, non solo da fotoautótropos. La parola” fotoautótrofo “deriva tre parole prese dal latino che possiedono significati diversi. Il Foto di parole, che significa “luce”, la parola Auto, che significa “proprio” e la parola trophos, che significa “nutrizione”.

Il termine “fotoautórofo” comprende molti gruppi di diversi esseri viventi, tra cui alcune specie di batteri e protozoi, tutte le piante, alghe e licheni. Inoltre, ci sono una singola specie animale che riunisce caratteristiche fotototrofiche ed eteroteronali.

Caratteristiche di fotoautótrophos

Una caratteristica obbligatoria degli organismi fotoautótrophos è la presenza di pigmenti fotosensibili. Un pigmento fotosensibile. Un pigmento fotosensibile è una molecola in grado di percepire e assorbire energia luminosa in Forma di fotoni. i fototrofi hanno la capacità di assorbire e convertire energia luminosa (dalla luce) nell’energia chimica. Questa energia è memorizzata in molecole organiche attraverso il processo metabolico della fotosintesi. La maggior parte dei fotoautótrophos e gli esseri fotosintetici hanno molecole di clorofilla, poiché questo è il pigmento principale responsabile dell’esecuzione i passaggi iniziali della fotosintesi. A causa della presenza di clorofilla, quasi tutti gli organismi fotoautótrophos sono verdi. fotoautotrophy si trova in esseri unicellulari come cianobatteri e alcuni protozoi, o in organismi multicellulari macroscopici come alghe, licheni e piante.

Fotoautótrophos Gli organismi sono sparsi virtualmente in tutti gli ecosistemi e la loro dimensione è estremamente variabile, poiché possono essere piccoli come un’euglena o grande come un sequoy gigante. Ad eccezione dell’Antartide, le piante coprono quasi l’intera superficie di La terra e sono i principali rappresentanti di organismi fotoautótrofi. All’interno delle piante c’è una ricca varietà di forme, adattata unica e perfettamente a tutti i climi terrestri ed ecosistemi.

Esempi di organismi fotoautótropa

lì è una grande diversità di vivido entità fotoautótrophos, in quanto è un adattamento fornito dalle agenzie che lo hanno acquisito, la capacità di sopravvivere in qualsiasi condizione ed ecosistema, mentre in presenza di luce.

– cyanobacteria

cianobacteria (fonte: patrioter6 su en.wikibooks via wikimedia commons)

cianobacteria o oxypotobacteria appartengono al dominio procariotico. Sono organismi unicellulari, hanno cloroplasti e, pertanto, sono in grado di realizzare fotosintesi. Le membrane interne di queste specie hanno alcune “lamelle fotosintesizzanti” simili ai tilacoidi all’interno dei cloroplasti delle piante. Tutti i cynobatteri hanno clorofilla A e pigmenti biliprotes come Ficopilins o ficocyanins. La combinazione di questi pigmenti all’interno delle cellule cianobatteri dà loro la loro caratteristica colorazione blu-verde. Questi organismi trovano sparsi dalla biosfera e sono tipici dei laghi , Lagune, terreni umidi e sostanze organiche bagnate di decomposizione.Sono generalist, poiché la loro fotoautotropia consente loro di rinunciare ad alcune condizioni troppo specifiche, necessitando solo della luce solare.

– Protozoi

Fotografia di una specie Volvox (Fonte: Craigpemberton tramite Wikimedia Commons)

all’interno dei protozoi fotoautografici sono le euglens. Tutti questi organismi sono microscopici, flagellati e classificati all’interno del Gruppo MasighoPhora. In molte occasioni, gli euglénidos sono stati classificati come alicellulari alghe. Tuttavia, gli studi recenti hanno dimostrato che, oltre all’alimentazione attraverso la fotosintesi, possono usufruire di alcune sostanze medie attraverso il pinocitosi. gli euglénidos provengono dalla vita libera, dal vivo In acqua dolce (poche specie sono acqua salata) e sono per lo più soli. Hanno una grande varietà di forme, essendo allungate, sferiche, ovoids o lanceolate. poiché sono fotosintetiche, fototattismo positivo (sono sensibili agli stimoli leggeri) e hanno Un allargamento alla base del loro precedente flagello che agisce come un fotorecettore per energia leggera.

euglénidos sono anche fotoautografiche (Fonte: David J. Patterson tramite Wikimedia Commons)

div i “21abacae”> Avere clorofilla come pigmenti fotosintetici A e B , ficopilines, β-caroteni e xantofili di neossantina e tipo di diadenoxantina. In molti casi, gli euglénidos non soddisfano tutte le loro esigenze nutrizionali attraverso la fotosintesi, quindi dovrebbero ingerire la vitamina B1 e B12 dell’ambiente.

– Lichens

i licheni sono definiti dall’associazione simbiotica tra alghe e funghi; Pertanto, sono entrambi organismi eteroterici (attraverso il fungo) e fotoutótrophos (attraverso l’alga). L’associazione tra i due tipi di organismi è vantaggiosa per entrambi, da allora L’alga può sfruttare il substrato che il fungo fornisce crescere; Mentre il fungo può nutrire gli zuccheri prodotti dalle alghe per mezzo della fotosintesi. i licheni non corrispondono a un gruppo tassonomico, ma in genere sono classificati secondo il tipo di fungo simbionte. Tutti i funghi che compongono i licheni appartengono al bordo ascomycotch, all’interno del regno fungi.

– alghe unicellulari, piante e alghe macroscopiche

Le alghe unicellulari sono forse i più abbondanti organismi fotoutrofici all’interno degli ecosistemi acquatici; Mentre le piante sono i macroorganismi più abbondanti degli ecosistemi terrestri. Entrambe le alghe e le piante hanno bisogno della presenza di acqua e anidride carbonica per poter eseguire la fotosintesi e poter essere in grado di eseguire la fotosintesi e poter Supporta i tuoi requisiti nutrizionali.

ALGELLULARE ALGAE

Se si prende un po ‘d’acqua da qualsiasi pozzanghere, lago, laguna, fiume, mare o qualsiasi altro il corpo idrico, ed è stato osservato al microscopio, troverà milioni di minuscole forme di vita flagellate di verde, essendo per lo più sicuramente alicellulari alghe. quasi tutte le alghe unicellulari hanno Uno o più flagella e, in generale, sono di vita libera, anche se ci sono alcune specie che vivono in colonie. La maggior parte di queste alghe ci sono organismi fotoutografici, ma ci sono casi di alghe eterotropiche. Sono considerati dai principali produttori di ossigeno sul pianeta e alcuni autori ritengono che siano I principali produttori primari negli oceani, dal momento che sono alla base della catena alimentare.

Impianti

I piante sono organismi sessili terrestri caratterizzati da un corpo diviso in due porzioni: un’azienda e un terrestre. La porzione terrestre è composta dalla radice, mentre la porzione aerea è costituita dallo stelo, che a sua volta è diviso in lo stelo, le foglie e i fiori. Hanno un incredibile numero di modi diversi e producono il proprio cibo attraverso la fotosintesi, come tutti gli altri album fotografici. Tuttavia, sono piante gli esseri viventi che si sono specializzati di più Nell’uso dell’energia leggera, poiché hanno milioni di cellule nelle loro foglie, disposte specificamente per PhotosyText continuamente durante il giorno.

alghe macroscopiche

alghe macroscopiche sono i rappresentanti delle piante nei media acquosi. Questi, per la maggior parte, vivono immersi in mezzi acquatici, colonizzando ovunque ci sia la presenza di un substrato appropriato a cui aggrapparsi.

Fotografia di una macroalga (Fonte: w.Carter via Wikimedia Commons)

Le alghe dal gruppo Glaucophytes sono il gruppo di alghe che è considerata più legata alle piante terrestri. Tuttavia, alcuni autori classificano le alghe assieme al protozoi

-. Animali

Il mare lumaca elysia chlorotica, comunemente noto come “Emerald orientale, “è possibile usufruire dei cloroplasti che si consuma attraverso la vostra dieta ricca di organismi photoautótographic, dal momento che si vive dal di aspirazione Savia di alghe. il processo di trarre vantaggio dei cloroplasti dal loro cibo è conosciuto come un cleptoplasty. Grazie a questo fenomeno, la lumaca può sopravvivere con la produzione di photoasimilates in luoghi dove ci sono la luce del sole, senza ingerire cibo per un lungo periodo di tempo.

Riferimenti

  1. Bresinsky, A., Körner, C., Kadereit, JW, Neuhaus, G., & Sonnewald, U. (2013) Strasburger vegetali Scienze: incl. Procarioti e funghi (Vol. 1) Berlino, Germania:.. Springer
  2. Brusca, RC, & BRUSCA, G. J. (2005). Invertebrati (n. Sirsi) I9788448602468). Madrid: McGraw-Hill.
  3. chan, cx, vaysberg, p., prezzo, dc, pelleteau, kn, rumpho, me, & bhattacharya, d. (2018). Risposta host attiva a simbionti algali nel mare Slug Elysia Chlorotica. Molecular Biology and Evolution, 35 (7), 1706-1711.
  4. Hu, D., Guterman, H., & Richmond, A. (1996) . Un photobioreattore modulare inclinato piatto per la coltivazione di massa all’aperto di fotoautotrophs. Biotecnologia e bioingegneria, 51 (1), 51-60.
  5. Raven, p. H. (1981). Ricerca nei giardini botanici. Bot. Jahrb, 102, 52-72.
  6. Shimakawa, G., Murakami, A., Niwa, K., Matsuda, Y., Wada, A., & Miyake, C. (2019). Analisi comparativa delle strategie per preparare i lavandini di elettroni in fotoautotrophs acquatici. Photosinthesis Research, 139 (1-3), 401-411.
  7. Willey, J. M., Sherwood, L., & Wolverton, C. J. (2008). Prescott, Harley e Klein’s Microbiology. Istruzione superiore McGraw-Hill.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *