Sindrome di resezione di Rifiuta precedente. Analisi dei fattori associati e delle loro conoscenze tra la comunità chirurgica

introduzione evento nella diagnosi e nel trattamento del cancro della recessione ha permesso un miglioramento delle previsioni. Lo sviluppo tecnologico e la progressione nella formazione di chirurghi specializzati ha portato ad un aumento del tasso di sphinders conservazione intervento chirurgico, e quindi, in un aumento dei pazienti che soffrono di disturbi funzionali defecal dopo l’intervento chirurgico del cancro del retto. Obiettivi e giustificazione del primo posto, che ha lo scopo di valutare l’esperienza e la percezione dei chirurghi dedicati al trattamento del cancro del retto alle loro preferenze tecniche, così come le loro considerazioni ethiopathogenic circa la sindrome di resezione precedente. Al secondo posto, il potenziale diverso fattori associati allo sviluppo della precedente sindrome di resezione. Materiale e metodologiae ha progettato un sondaggio che copre diverse aree: la portata e l’esperienza del chirurgo, le preferenze tecniche e gli aspetti relativi alla precedente sindrome di resezione. I risultati sono esposti in modo descrittivo. D’altra parte, uno studio trasversale è effettuata in due ospedali di terzo livello, in cui i pazienti intervenuti per cancro del retto con conservazione dello sfintere tra il gennaio 2001 e dicembre 2009 sono invitati a compilare una funzione defecazione convalidato questionario ( “Lars Score”). le variabili di studio vengono analizzati univariata e multivariately. tasso Resulgement che i chirurghi stimano secondo l’indagine è tra il 71 e il 90%. la tecnica di elezione della anastomosi è il termine-terminale. Sebbene vi sia consapevolezza la sindrome retto resezione precedente, la sua gravità solito viene misurato secondo criteri clinici, senza questionari. Quasi il 75% dei chirurghi intervistati ritiene che la precedente sindrome recto resezione non esso colpisce più del 40% dei pazienti. Allo stesso modo, si riferiscono che il più importante fattore di rischio è la distanza dall’anastomosi al margine ANA L. L’altro lato, il 56,2% dei pazienti gestiti in resezione bassa soffre di sindrome “maggiore”, il 19,6% “minori” e il 23,9% non presenta la sindrome. Nell’analisi multivariata, escisión totale di mesorrect e radioterapia erano fattori di rischio indipendenti di soffrire di più alti syndrome.Conclusions resezione Sebbene non vi sia la consapevolezza circa la sindrome di resezione precedente, la probabilità di sofferenza e la sua gravità è sottovalutato. Variabile che dimostra una maggiore associazione con la gravità della sindrome di resezione precedente è la radioterapia, sia in fase preoperatoria e postoperatoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *