“Ton Sawyer”, di Mark Twain: idealizzata infanzia contro moralità e civiltà – ZAS! Madrid

Pedro M. Domene

  • pedro M. Domene
  • l’8 dicembre 8 , 2015
  • http://acabodeleerymegusta.blogspot.com/

TWAIN

Mark Twain, nelle parole di Eugene O’Neill, è il vero padre della letteratura americana, e alcune delle sue opere, le avventure di Tom Sawyer (1876) e le avventure di Huckleberry Finn (1882) sono diventati referenti fondamentali, fanno parte della mitologia della narrativa americana

le avventure relative a Tom Sawyer si sono verificate davvero, secondo la TWAIN, propria esperienza e alcuni ragazzi scolastici; E anche, Huck era una persona che si è incontrata nella vita reale, e lo stesso Tom, anche se scrivere il suo libro ha fatto una combinazione autentica di tre personaggi diversi, i suoi amici e le avventure che vivevano sulle rive del Mississippi. Con uno stile popolare, pieno di umorismo, Mark Twain (1835-1910) contrasta nel suo lavoro il mondo ideale dell’infanzia, innocente e allo stesso tempo canaglia, con una concezione disincantata dell’uomo adulto, che ha dovuto vivere, l’uomo di Era industriale, della “età dell’oro” che seguì la guerra civile, imbrogliata dalla moralità e dalla civiltà. Forse a causa di ciò, nelle sue opere successive, il senso dell’umorismo e la freschezza del mondo infantile evocato lasciano già un pessimismo Birsità sempre più brevetta, sebbene sia sempre espressa con ironia e con abbondante sarcasmo.

Un possibile libro di memorie

Tom Sawyer è, infatti, un bambino molto cattivo che vive con la zia Polly, il suo fratellino, Sid, e il suo cugino Mary. Sua zia lo sta sempre rimproverando perché è piuttosto irrequieto e si comportava male, tuttavia, suo fratello è un modello bambino obbediente. Una delle prime punizioni che la sua zia impone è dipingere la recinzione della casa, ma Tom è l’ingeni A ciò che fanno i suoi amici.
Il ladro protagonista non ama andare a scuola, le false malattie sono sempre inventate. I suoi amici sono Joe Harper e Huck Finn, che lo attendono la strada per gestire avventure. Un giorno sono diretti al cimitero e alla presenza, senza essere visto, un crimine.

tom-sawyer -, - illustrazione

Attraverso gli occhi dei suoi personaggi, l’autore ci fa vedere una doppia realtà: quella del mondo, primitiva, che il lettore adulto ha già perso, e quello del mondo adulto, confuso e illogico, sistemato sulle convenzioni che non lo fanno coincidendo con i codici di valore di un bambino. La critica, in generale, ha detto che Tom Sawyer’s Adventures è, prima di tutto, un memoir. E, infatti, la storia di cose che accadono a Tom Sawyer in quella piccola città sulle rive del Mississippi può essere il ricordo dell’infanzia di Mark Twain. Indubbiamente, è un romanzo che non dimenticherà nessun giovane lettore e forse ricorderà anche e sorriderà anche all’All adulto.

tom -Sawyer -Ported

la sesta edizione del piano

Tradotto da Mariano Peyrou (Buenos Aires, 1971) ed illustrato da Pablo Auladell (Alicante, 1972) fa parte del Collezione il sesto piano illustrato. Auladell è l’autore del romanzo grafico Il Paradiso perduto è apparso nello stesso editore, e per il 2016, è programmato per apparire l’edizione delle avventure di Huckleberry Finn, che completerà la visione del classico americano e restituirà il sorriso Ci siamo goduti nella nostra infanzia, e ci vorrà lontano da un mondo di adulti impoveriti da quella visione di Claroscuros che significano tanto preoccupazione come gli obblighi, senza dimenticare che quel tempo era più vasto e misterioso, in realtà come alieno puro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *